Sant’Isidoro, con il Bernalda è come una finale per la salvezza

Sant’Isidoro, con il Bernalda è come una finale per la salvezza

Si torna a respirare aria di Serie B, ma se dobbiamo dirla tutta, in casa Sant’Isidoro si respira aria di finale perché l’appuntamento di domani al Paladonbosco contro il Bernalda è una gara assolutamente da non sbagliare. Vincere significherebbe accorciare il divario con la squadra lucana che si trova avanti alla squadra di Tarantino di sette lunghezze, ma soprattutto significherebbe scrollarsi di dosso questa crisi che i ragazzi biancorossi si portano addosso dall’inizio del 2017. Dall’altra parte però anche il Bernalda sa che questa è una partita che vale una stagione, un’annata da incorniciare per la squadra del presidente Plati che al primo anno di B sta facendo vedere delle grandi cose. Sabato scorso ha messo un tassello importante per la salvezza nella partita vinta contro il Corigliano, ma in questa 21°giornata di campionato verrà a Palermo per cercare di completare l’opera come ci conferma ai nostri microfoni il portiere del Bernalda Vittorio De Brasi “Anche per noi è una finale questa gara perché fare 3 punti con il Sant’Isidoro significherebbe “quasi salvezza”, la vittoria con il Corigliano ci ha dato una grande carica e soprattutto ci ha permesso di essere più lontani dalla zona rossa”. Il Bernalda qualche tempo fa ha subito una brutta batosta dal giudice sportivo, la squalifica del Palacampagna fino al 31 dicembre e abbiamo chiesto al portiere lucano se la squadra soffre questa “lontananza” da casa “Per noi è fondamentale il Palacampagna, i nostri tifosi ci danno una grossa mano quando abbiamo le partite casalinghe, ma loro sono straordinari perché ci seguono anche quando giochiamo a 50 km di distanza però è un problema che si può superare. Sant’Isidoro in crisi? Non credo proprio. Dall’inizio del girone di ritorno hanno affrontato tutte le prime della classe come Real Cefalù e Paola che sono squadre molto difficili da battere. Hanno collezionato pochi punti, ma in casa il Sant’Isidoro è molto pericoloso. Nella gara di andata mi fece una bella impressione sia dal punto di vista del gioco e sia dal punto di vista della correttezza in campo”. Al primo anno di Serie B a Bernalda sta accadendo un qualcosa di straordinario  con un buon nono posto in campionato che permette alla squadra di stare quasi tranquillo per il discorso salvezza “Siamo contenti per quello che stiamo facendo nonostante siamo partiti col piede sbagliato, ma ci sta visto che alcuni di noi erano al primo anno in un campionato nazionale poi la società ha rafforzato la squadra con investimenti importanti che ci stanno dando una grandissima mano, ma ancora il campionato non è finito e questa salvezza ancora dobbiamo portarcela a casa”. Curiosità: Nel Bernalda gioca anche il presidente Plati che oltre ad avere un ruolo importante societario lo ha anche in campo e abbiamo chiesto a De Brasi com’è avere come compagno di squadra il proprio presidente “Beh si fa uno strano effetto perché è la prima volta che mi succede una cosa del genere però vi posso dire che è un grande uomo sia dentro che fuori dal campo e abbiamo grande stima di lui”. Vittorio De Brasi ha una carriera importante, ha vestito la maglia del Cosenza Futsal portandola in Serie A1  e partecipando alle Final Eight di Coppa Italia, adesso il suo presente si chiama Bernalda “Quando sono stato contattato dal presidente Plati e da mister Masiello non ho esitato due volte a sposare il progetto del Bernalda Futsal e ho capito subito che sarei andato a giocare in una società sana e avremmo fatto grandi cose. A Bernalda si sta benissimo, è una città che consiglierei a tutti perché è come sentirsi a casa, non rimpiango la scelta che ho fatto” .

Ringraziamo Vittorio De Brasi portiere del Bernalda che ci ha concesso questa piacevole chiacchierata. Questa settimana la squadra di Tarantino ha lavorato sodo per questo match, dirigenza, staff tecnico e giocatori sono stati molto a stretto contatto per cercare di rimanere compatti in un momento delicato della stagione. Sempre out per infortunio Puleo, Pisciotta e rischia di saltare la sfida di domani Mirko Giordano che in queste ore soffre per una sciatalgia e proverà fino alla fine per essere presente al Paladonbosco. Arbitri della partita saranno il signor Gasparri Giovanni di Pisa (Arbitro 1) e Alessi Luigi di Taurianova (Arbitro 2).

TIFOSI RIEMPIAMO IL PALADONBOSCO, IL SANT’ISIDORO HA BISOGNO DEL SESTO UOMO IN CAMPO.

FORZA SANT’ISIDORO!!

Manuel Busetta – Area Comunicazione ASD Sant’Isidoro