Salinis scoppiettante al PalaPertini: Noicattaro battuto 9-6

Da un derby all’altro, prosegue il momento sì della Salinis che fa sua la terza sfida pugliese di fila dopo Sammichele e Barletta violando per 9-6 il Palazzetto “Pertini”. Gara emozionante e ricca di gol, con un Noicattaro irriducibile che però alla fine ha dovuto alzare bandiera bianca nei confronti della squadra allenata da Domenico Lodispoto, apparsa in condizioni smaglianti.

Dopo alcune timide schermaglie iniziali il match entra nel vivo al 7’ col gol dei padroni di casa: penetrazione di Lopez che viene fermato in uscita da La Rocca ma il pallone arriva a Rotondo che lo infila in rete. La Salinis reagisce e trova il pari esattamente a metà frazione: Castrogiovanni viene stoppato da un’uscita a valanga di Di Ciaula ma il pallone giunge a Perri che da metà campo non ci pensa due volte e centra la porta incustodita. Una gioia però di breve durata perché il Noicattaro spinge, soprattutto con Alvarez che chiama La Rocca a un prodigioso intervento in corner ma sugli sviluppi del calcio d’angolo una rasoiata di Corona vale il 2-1. La risposta dei rosanero non si fa attendere ma il Noicattaro erige un muro davanti a Di Ciaula, come dimostra il triplice salvataggio sui tentativi in rapida successione di Dentini, Nardacchione e Rondon. L’ingresso di Galan dà vivacità al gioco della Salinis e al 14’ Nardacchione fallisce una clamorosa palla gol mancando l’impatto col pallone a pochi passi dalla porta. L’argentino però si riscatta al 17’ con una irresistibile accelerazione dalla sinistra conclusa con un diagonale dalla precisione chirurgica.

Se la prima frazione è stata scoppiettante, la seconda è addirittura esplosiva: si parte subito con una gran botta di Lopez che si schianta sul palo, passano soli sette secondi e dalla parte opposta Nardacchione va via in ripartenza solitaria ed insacca il gol del sorpasso. Un minuto più tardi Perri intercetta un pallone sulla tre quarti, se lo porta sul sinistro ed infila di giustezza Di Ciaula. La Salinis allunga ancora con Rondon, che al 5’ finalizza una splendida manovra corale avviata dal portiere La Rocca in avanzamento e rifinita dallo spagnolo Galan ma poco più tardi Rotondo accorcia le distanze con un lob che scavalca l’uscita di La Rocca rendendo vano anche il tentativo di salvataggio di Perri sulla linea. La gara prosegue senza esclusione di colpi: al 10’ Rondon va via in contropiede e serve a Nardacchione la palla del 6-3 ma dopo trenta secondi Ferdinelli riapre i giochi al termine di una azione insistita. Il Noicattaro ci crede e si riporta a -1 con Rotondo che sfrutta una sponda di Salomao. Nardacchione e Dentini, che poco prima avevano sprecato un clamoroso contropiede in campo aperto, si rifanno pochi istanti dopo: l’argentino imposta, il ragazzo di Calabria conclude ed è 7-5. Dentini ha anche una doppia chance per chiudere definitivamente i conti ma trova prima il palo poi un salvataggio sulla linea. Gli indomiti nojani provano ancora una volta a riscrivere le sorti del match con Ferdinelli che a un minuto dalla sirena sigla il 6-7 ma nell’ultimo giro di lancette è capitan Perri a far calare definitivamente il sipario sul match con altre due reti: aiutato da una deviazione nel primo caso, su tiro libero nel secondo. La Salinis prosegue dunque nella sua ascesa verso le zone nobili della classifica e sabato prossimo, a Ruvo, ospiterà il Real Team Matera per prolungare il momento d’oro.

IL TABELLINO

VIRTUS NOICATTARO-SALINIS 6-9

VIRTUS NOICATTARO: Di Ciaula, Rotondo, Garofalo, Ferdinelli, Lopez, Alvarez, Corona, Gallego, Salomao; n.e.: Soldano, Manghisi, Pascale. All. Chiaffarato.

SALINIS: La Rocca, Perri, Rondon, Nardacchione, Dentini, Castrogiovanni, Galan, Termine; n.e.: Riondino, C. Angiulli, D.M. Angiulli, Gorgoglione. All. Lodispoto.

ARBITRI: Pagliarulo (Napoli) e Tessa (Barletta); crono: Carone (Bari).

RETI: p.t.: Rotondo 6’39”, Perri 10’00”, Corona 11’32”, Nardacchione 16’23”; s.t.: Nardacchione 1’07”, Perri 2’40”, Rondon 4’38”, Rotondo 5’58”, Nardacchione 9’43”, Ferdinelli 10’05”, Rotondo 12’38”, Dentini 15’18”, Ferdinelli 19’00”, Perri 19’24” e 19’46” (t.l.).