Rossi al servizio del Chiuppano: “non importa segnare, basta vincere”

Rossi al servizio del Chiuppano: “non importa segnare, basta vincere”

Il protagonista dell’intervista di questa settimana è il laterale Andrea Rossi.

Classe 1994, il giocatore vicentino è al suo quarto anno in squadra e, a suon di triplette, sta scalando di gran carriera la classifica marcatori biancoazzurra.

Segni particolari: estro da campione e goal da applausi!

Sabato scorso il CCAV ha vinto per 14-2 contro il Rotal Five Mezzolombardo, come commenteresti il match?

Siamo stati bravi ad interpretare la  partita: siamo entrati con la mentalità giusta e nei primi cinque minuti di gioco abbiamo risolto il match.

I sei goal nelle ultime tre partite ti proiettano nella parte alta della classifica marcatori della squadra: gli attaccanti biancoazzurri devono cominciare a preoccuparsi?

Chi mi conosce sa che non sono un giocatore che segna molto, sono molto più difensivo. Sia Buonanno che Pedrinho e  Quinellato sono ottimi realizzatori: onestamente non mi interessa chi segna, il mio obiettivo è vincere!

A luglio avevi dichiarato che rimanevi per vincere la serie B e tornare in A2, è un obiettivo che reputi realizzabile?

Assolutamente si, abbiamo la squadra per vincere il campionato e, per il momento, la classifica e i risultati ci danno ragione. Se noi imponiamo il nostro gioco in tutte le partite, non ce n’è per nessuno!

Di tutte le squadre del girone, quale reputi essere quella più insidiosa?

Sicuramente Villorba e Faventia sono le più insidiose! Però penso che il più grande pericolo siamo noi stessi. Ribadisco che, se noi giochiamo come dobbiamo, non ce n’è per nessuno.

Sabato prossimo la squadra affronterà in trasferta il Belluno, attualmente penultimo: come preparerete il match?

Sarà una partita simile a quella di sabato. Dovremo, sin dai primi minuti, imporre il nostro gioco per mettere subito la partita in discesa, anche perché poi ci aspettano due partite molto difficili!

Monica Vezzaro