Rosinha a caccia di riscatto: “Cioli, è un discorso mentale, dobbiamo migliorarlo”

Rosinha a caccia di riscatto: “Cioli, è un discorso mentale, dobbiamo migliorarlo”
La Cioli Ariccia Valmontone ha ancora l’amaro in bocca dopo la sconfitta in casa del Ciampino. Quello che è in discussione non è il risultato – “il Ciampino ha giocato meglio”, ribadisce mister Rosinha – ma il calo di concentrazione e il nervosismo della compagine amarantoceleste. Sabato prossimo, contro Pistoia, la formazione castellana dovrà recuperare serenità e far fronte alle assenze in campo di due big del calibro di Velazquez e Del Ferraro.
L’ANALISI “Sicuramente dopo una sconfitta ci sono molte cose negative da analizzare, visto ce non siamo riusciti ad avere la meglio sul nostro avversario. Ma parto da quelle positive… In un campionato di Serie A2 nel quale, comunque, siamo riusciti a far giocare tutti i giocatori di movimento a disposizione, da quelli più esperti ai più giovani; questi ultimi sono entrati in campo con grinta e voglia, hanno sicuramente dato il loro contributo, facendo esperienza in una partita importante come questa e contribuendo al loro processo di crescita. La nota negativa: rispetto al Ciampino abbiamo avuto meno concentrazione e fame. Nella ripresa – spiega Rosinha – non è mancata la voglia ma abbiamo pagato un eccesso di nervosismo da parte di giocatori esperti; cosa che, a questo livello, contro una squadra attrezzata, paghi carissimo. Il Ciampino in questa partita è stato migliore, noi, nel nostro migliore momento, nella ripresa sul 3-2, abbiamo colpito due pali e perso Velazquez per espulsione. Questo ci ha penalizzati nella rimonta che stavamo per concretizzare”. Cosa non è andato? “In alcune situazioni siamo stati imprecisi e poco fortunati. Abbiamo colpito il palo per ben tre volte nel corso della partita, due volte a portiere battuto; non è andato che, quando la squadra era nel suo migliore momento, abbiamo perso un giocatore per espulsione, non sono andati né il nervosismo, né il calo di concentrazione. E’ un discorso mentale, dobbiamo migliorarlo assolutamente”. Testa ora al prossimo match, contro Pistoia; al PalaKilgour mancherà Velazquez e non solo… “Noi pensiamo partita dopo partita. Giocheremo senza Del Ferraro, squalificato per somma di ammonizioni, e Velazquez, a causa del cartellino rosso rimediato nella gara contro il Ciampino. Sono due giocatori importanti, con un minutaggio alto, ma noi giocheremo in casa, davanti al nostro pubblico contro una squadra che all’andata mi fece un’ottima impressione. Cercheremo di scendere in campo con la testa serena ma con la fame giusta: questo ci ha contraddistinto da inizio anno e ci ha permesso di arrivare nelle posizioni alte della classifica. Dobbiamo fare tesoro delle nostre esperienze. Dobbiamo fare la nostra parte per poi tirare le somme a fine campionato”.