Ritorno alla Serie B: Cagliari-Domus Bresso e Ancona-Prato scontri al vertice

17-01-2020
Ritorno alla Serie B: Cagliari-Domus Bresso e Ancona-Prato scontri al vertice

Il 2020 dei cadetti è partito con la Coppa Italia, giunta ormai a ridosso della prestigiosa Final Eight. Ora torna il campionato, all’insegna della spettacolo e di due match più importanti di altri.

GIRONE A  Ripartenza col botto: Cagliari-Domus Bresso vale la testa della classifica, una sfida che a conti fatti potrebbe avere anche un peso specifico non di poco conto sulla promozione diretta, soprattutto se dovesse vincere la squadra di Podda, avanti di due lunghezze su quella di Battaia. Il Real Cornaredo potrebbe approfittare dello scontro diretto, ma la trasferta di Fossano non è affatto fra le più semplici. Completano il turno: Carmagnola-Athletic, Città di Asti-Bergamo e Lecco-Ossi.

GIRONE B  Lepre e cacciatore devono aguzzare la vista. Il lanciato Bubi Merano impegnato nella tana di un competitivo Atletico Nervesa, pericolo derby, invece, per il Pordenone al confronto con un Udine City capace di cambiare completamente passo dopo un inizio zoppicante. Arzignano Team-Sedico vale una fetta di regular season. Atesina-Maccan Prata, Palmanova-Belluno e Olympia Rovereto-Cornedo le altre sfide in programma.

GIRONE C Campello Motors in trasferta, Corinaldo in casa. Rischia, sulla carta, più la capolista mestrina col Cavezzo, piuttosto che i biancorossi, comunque con un Cesena in piena bagarre playoff. Faventia e Sporting Altamarca ripartono lontano dei rispettivi palazzetti: una con l’Eta Beta, l’altra con l’Aposa. Si chiude con Miti Vicinalis-Pro Patria e il derby fra Bagnolo e Sant’Agata.

GIRONE D Impegni tutt’altro che agevoli per quel dinamico duo. Cus Ancona in casa con un Prato che può sorpassarla. La Vis Gubbio riceve una Mattagnanese che ha assaporato nel girone d’andata l’inebriante ebbrezza da vetta. Il Futsal Askl potrebbe approfittare degli incroci pericolosi lassù per accorciare il gap con le big, non prima di aver superato una rivale ostica: la Sangio. Sfida tutta toscana fra Atlante e Lastrigiana, Poggibonsese-Grottaccia mette in palio punti pesanti per la salvezza. C’è anche CTS Grafica-Cagli.

GIRONE E  Lo Sporting Juvenia ricomincia con una trasferta tutt’altro che agevole, sul campo di un Terracina che si giocherà il pass della Final Eight con lo Sporting Venafro. Fortitudo Pomezia strafavorito nel proprio impianto col Forte Colleferro. Riposa il Monastir Kosmoto, così l’History Roma 3Z “vede” il podio in solitaria, non prima però di aver arginato il pericoloso United Aprilia. Velletri-Jasna e San Paolo-Carbognano le altre sfide.

GIRONE F Durante la sosta Bernalda e Taranto sono tornate a pari punti in virtù del successo a tavolino dei lucani nel derby con l’Orsa Viggiano. Chissà se resteranno a braccetto dopo la prima di ritorno: il Rasulo Edilizia ospita quel Futura Matera attualmente in zona playoff, dove sogna di arrivare il Parete, avversaria di Dao e compagnia. Leoni Acerra-Limatola accomunate dalla stessa intenzione di accedere al post regular season. Completano il turno: Real Team Matera-Alma Salerno e Junior Domitia-Orsa Viggiano.

GIRONE G Futsal Capurso e Chaminade Campobasso possono contare sul proprio impianto per rimanere, entrambe, lassù: pugliesi all’esame derby con il Diaz, rivale pugliese – l’Olympique Ostuni – anche per i molisani. In casa anche il Giovinazzo, favorito col Torremaggiore. Il Playled Canosa può allontanare forse definitivamente lo Sporting Venafro dalla corsa ai playoff, farebbe un favore anche alle Aquile Molfetta. Che ricevono il fanalino di coda Free Time L’Aquila.

GIRONE H Il Città di Cosenza riposa ancora una settimana in campionato, così se il Pro Nissa batte il Bovalino può accorciare a tre lunghezze dalla vetta. Ecosistem Lamezia Soccer a Mascalucia, Polisportiva Futura-Gear Sport ha tutti i crismi di uno scontro diretto per i playoff. Le sfide tutte siciliane Arcobaleno Ispica-Agriplus e Siac Messina-Akragas completano il turno.