Real San Giuseppe-Acqua&Sapone 1-3: cronaca, interviste, foto e tabellino

Real San Giuseppe-Acqua&Sapone 1-3: cronaca, interviste, foto e tabellino

“Bella prestazione, è mancato il premio finale”. Possiamo riassumere così la gara tra Real San Giuseppe e Acqua&Sapone nelle parole del tecnico Julio Fernandez, alla sua prima apparizione sulla panchina gialloblù. Portuga risponde a Gui, ma il pivot nerazzurro sigla l’1-2 decisivo a tre minuti dal termine poi Murilo mette il punto esclamativo al match, approfittando del portiere di movimento locale.

LA SBLOCCA GUI –
Fernandez, oltre a Molitierno, Follador e Alex, perde anche il neo-acquisto Sababti per un risentimento muscolare patito in rifinitura. Scarpitti, dal proprio canto, è senza Mammarella, Lukaian e Dudu e lancia Ricordi tra i pali. Pronti-via e Fusari crea subito qualche grattacapo a Montefalcone, grande ex di giornata. L’estremo difensore ospite deve fare gli straordinari su Elisandro e Portuga, mentre Gui, sotto porta, non riesce nel tap-in vincente dopo uno scambio da urlo con Murilo. Il match si sblocca al 17′: transizione offensiva del numero 8, assist di Coco per Gui che non sbaglia sotto porta per lo 0-1. Rafinha colpisce il palo poco prima del gong e si va al riposo sullo 0-1.

FINALE DECISIVO – Calderolli, ad inizio ripresa, in acrobazia coglie un altro legno. Il Real San Giuseppe spinge sull’accelatore: grande giocata di Duarte su Gui, Elisandro arriva un attimo in ritardo sul secondo palo. Montefalcone è super su Fetic in due circostanze ed al 9′ arriva il pari: Imparato serve Portuga che col mancino beffa Ricordi e timbra l’1-1 ed il suo tredicesimo gol stagionale. L’ex portiere di Mantova e Meta Catania dice di no a Duarte e Rahou col San Giuseppe ad un passo dalla rimonta. L’equilibrio della contesa è spezzato ancora Gui, su un altro suggerimento al bacio di Coco, che sfugge dalla marcatura di Rahou e sigilla l’1-2 e il ventesimo timbro stagionale personale. Nel finale portiere di movimento per il Real San Giuseppe e l’1-3 di Murilo a tre secondi dalla sirena. Settima sconfitta consecutiva per i gialloblù.

IL POST-GARA – “Non potevo chiedere di meglio, è mancato solo il premio finale dopo una bella prestazione – commenta il tecnico Julio Fernandez al termine della sfida.- Ora torniamo subito al lavoro perché mercoledì affronteremo il Mantova, modo migliore per archiviare questa sconfitta contro la capolista”.