Real Cornaredo, il momento no prosegue: la squadra di Fracci cade a Lecco

Real Cornaredo, il momento no prosegue: la squadra di Fracci cade a Lecco

Il Real Cornaredo soccombe nel derby lombardo sul parquet del Lecco e incassa la terza sconfitta in 6 gare del girone di ritorno, dove ha raccolto solo 5 punti. E la sconfitta del Pala Taurus mantiene per la squadra di Fracci il secondo posto solo grazie agli scontri diretti favorevoli rispetto all’Elledi Carmagnola, ora appaiata in classifica. 

IL MATCH Fatali per il Real i primi 13 minuti, in cui i padroni di casa hanno colpito due volte con Muoio, prima su una ripartenza, poi su punizione. I lecchesi hanno pure stampato  un palo con Scarpetta e costretto Meraviglia a una doppia parata al 5’ su Caglio e Muoio. Dopo lo 0-2 il Cornaredo reagisce e alza il ritmo, colpendo al 16’ un legno con Bonaccolta, con Beretta che al 19’ salva la porta lecchese in uscita su Migliano. Nella ripresa il Cornaredo tiene castamente il pallino del gioco, ma conferma l’incapacità di segnare su azione, impegnando Beretta con Casagrande, Scandaliato, Bonaccolta, Ulian e Villa. Al 34’ Muoio fa tripletta, ribadendo in rete una corta respinta del palo. Mister Fracci allora a 6’ dal termine utilizza il quinto attaccante e 1’ dopo Migliano rompe il digiuno, scaraventando in rete l’1-3 un assist di Surace. A 1’40 dal termine Casagrande mette al centro per Surace che firma il 2-3. Stavolta però la rimonta non si completa per il Cornaredo, che ora dovrà difendere il secondo posto nelle ultime cinque giornate che restano per concludere il campionato.  Sabato 9 il campionato di Serie B riposa per la concomitanza con le finali per l’assegnazione della Coppa Italia di categoria. Si tornerà in campo il 16 marzo con Real Cornaredo-Rhibo Fossano.

 

LECCO-REAL CORNAREDO 3-2 (2-0 p.t.)

RETI: 2’, 13’ e 14’ s.t. Muoio (L), 17’ Migliano (RC), 18’ Surace (RC)

LECCO: Beretta, Villa, Ecelestini, Ferraro, Davide, Iacobuzio, Muoio, Scarpetta, Caglio, Vinicius, Quarenghi. Allenatore: Gil Marques

REAL CORNAREDO: Meraviglia, Bonaccolta, Cosmo, Surace, Monti, Gentile, Scandaliato, Migliano, Ulian, Casagrande, Villa, Tansella. Allenatore: Renato Fracci

Arbitri: Alberto Fantin (Padova); Krizia Zucchiatti (Tolmezzo); cronometrista: Giuseppe Parente (Como)

Ammoniti: Iacobuzio, Muoio, Surace, Migliano; espulsi: Muoio