Live Match

Quante emozioni, ma con l’Augusta finisce 2-2

Quante emozioni, ma con l’Augusta finisce 2-2

Si chiude in parità la sfida tra Sammichele ed Augusta, valida per il settimo turno di Serie A2, al termine di 40 minuti carichi di emozioni.

Tutto invariato nel Sammichele con Guarino che lascia in tribuna Cano e si affida dal primo minuto a Vallarelli, Grasso, Beto, Caio e Curri. Rinaldi, che deve rinunciare a Creaco ed al lungodegente Diogo, schiera Soso, Scopelliti, Jorginho, Bagatini e Lelè. Gli ospiti iniziano a coinvolgere sin da subito nella loro manovra il portiere Soso, ma la prima metà di frazione va via a ritmi blandi, con entrambe le squadre attente in fase difensiva e i due estremi difensori poco impegnati. La partita si sblocca al 10′ grazie ad un regalo di Curri che anzichè far partire i suoi in contropiede, prova il dribbling su Jorginho che non si fa saltare e manda in porta Bagatini per la rete del vantaggio megarese. La miglior occasione per il pareggio capita sui piedi di Pires che con il mancino salta netto Jorginho e calcia verso la porta di Soso che viene salvato dal palo. Si va al riposo con l’Augusta in vantaggio.

Nella ripresa il Sammichele si mette sin dalle prime battute alla ricerca del pareggio, con gli ospiti costantemente schiacciati nella loro metà campo, complice la scarsa rotazione a disposizione di Rinaldi e la stanchezza per i suoi ragazzi, alla seconda lunga trasferta in sette giorni. La squadra di casa ci prova ripetutamente, Pires colpisce un altro palo ma la porta di Soso appare stregata fino al 36′ quando Caio con la punta riesce ad infilare il portiere augustano nell’angolino alla sua sinistra. Negli ultimi minuti la partita si infiamma: Vallarelli si dimostra ancora una volta super murando Lelè e Bagatini, ma la grande occasione per i tre punti capita sui piedi di Caio che si fa però parare un tiro libero da Soso a 9 secondi dal termine. Sul capovolgimento di fronte ancora Vallarelli evita la beffa con un altro super intervento. Finisce 1-1, tra gli applausi del pubblico di casa e qualche rammarico per il Sammichele che avrebbe alla fine potuto portare a casa l’intera posta in palio. La squadra di Guarino si avvicina però con rinnovata fiducia ad un trittico di partite importanti con le due trasferte di Noicattaro e Matera, inframmezzate dal match casalingo con il Meta, che significheranno molto per una lotta salvezza quanto mai infuocata.

Davide Menolascina