Prima il Matera, poi la Real Dem: per il Catania sono i giorni della verità

Prima il Matera, poi la Real Dem: per il Catania sono i giorni della verità

Le parole non servono più a nulla. Ne abbiamo dette tante in questa stagione, forse troppe. Adesso serve solo vincere, stringere i denti e sperare nei passi falsi delle altre. Due sfide in pochi giorni, due sfide determinanti. Domani a Matera, lunedì nell’infrasettimanale contro il Real Dem. Ironia della sorte, il destino del Catania Calcio a 5 si deciderà proprio in trasferta, dove la squadra rossazzurra ha balbettato. Proprio per permettere alla squadra di concentrarsi al meglio in vista di queste due sfide, la società ha deciso che giocatori e staff tecnico non faranno rientro a Catania dopo la partita di Matera, ma prepareranno la sfida contro il Real Dem lontano dalla città, tra la Basilicata e l’Abruzzo. Prima di pensare ai pescaresi, però, bisogna battere il Matera: guai a pensare che sia una partita già vinta, sarebbe l’errore più grande per Rogerio e compagni. Prima della partenza per Matera, il presidente Antonio Marletta ha incontrato la squadra per spronarla e per rilanciare un segnale più che positivo.

“Noi ci crediamo – ha detto Marletta interrompendo il silenzio – è doveroso farlo e lo faremo finché non sarà la matematica a condannarci. Abbiamo perso tanti, troppi punti per strada, ma queste due sfide, in caso di vittoria, ci daranno la possibilità di rilanciarci e di lottare ancora”.