Prato-Merano, ultima di andata all’EstraForum: saranno quaranta minuti di fuoco

Prato-Merano, ultima di andata all’EstraForum: saranno quaranta minuti di fuoco
Sarà un pomeriggio di grandi emozioni all’EstraForum. Domani (sabato 17 dicembre, ore 16) il Prato C/5 riceve il Bubi Merano nell’ultima giornata di andata del campionato nazionale di serie A2 ed in palio c’è l’ultimo posto rimasto per accedere alla Final Eight di Coppa Italia.
Con PesaroFano, Arzignano e Milano già qualificate, sono rimaste tre le squadre a contendersi l’ultimo pass disponibile: il Prato C/5, il Ciampino e il B&A Sport Orte. E’ lanciata dunque la grande volata degli ultimi quaranta minuti, quelli decisivi.
Il Prato ci arriva dopo la dolorosa sconfitta di Roma con l’Olimpus, con Benlamrabet probabilmente fuori per il riacutizzarsi dell’infortunio e senza Mecca, ceduto in settimana alla Mattagnanese.
E’ motivatissimo anche il Merano, che è ormai fuori dalla Coppa ma per il quale tutto è possibile in un centro classifica densissimo. I meranesi sono a tre punti dai play-off e ad uno dai play-out. Tra gli ospiti mancheranno per squalifica il neo-acquisto Guga e mister Vanin. Atteso al rientro bomber Beregula.
La partita sarà diretta dal Sig. Vidotto di San Donà di Piave e dalla Sig.ra Carradori di Roma 1; cronometrista il Sig. Di Resta di Roma 2.
Mister Suso Rey si aspetta un match tiratissimo: “Sarà sicuramente una partita difficile ed intensa, perché entrambe le squadre si giocano molto. Noi abbiamo in palio la qualificazione alla Coppa, il Merano non vuole allontanarsi dalle posizioni che valgono i play-off”.
Mister, come sta il suo Prato dopo la brutta sconfitta di Roma?
“La verità è che quello è stato un duro colpo, difficile da digerire, anche perché la sconfitta è arrivata dopo che avevamo dominato per 31 minuti ed avendo in pugno la qualificazione alla Coppa. Adesso però siamo già concentrati solo sull’affrontare la prossima partita, sapendo che dipendiamo solo da noi stessi per raggiungere il nostro obiettivo e che questa volta abbiamo la possibilità di giocarcela in casa, nel nostro palazzetto e davanti al nostro pubblico, e questo per noi è molto importante”.
Il Merano ha qualità ed è capace di tutto, per esempio ha vinto a Milano. Servirà grande attenzione, no?
“Occorre giocare sempre con molta concentrazione, non importa chi affronti. In questo sport non esiste un rivale facile. Se non fai le cose bene durante tutti i 40 minuti, qualunque squadra si può approfittare dei tuoi errori. La partita contro l’Olimpus ne è l’ennesima riprova”.
Ufficio Stampa: Pier Paolo Fognani