Pedrinho, il bomber del Chiuppano: “Il gol più bello? E’ sempre il prossimo”

Pedrinho, il bomber del Chiuppano: “Il gol più bello? E’ sempre il prossimo”

L’intervista settimanale è dedicata all’attaccante Pedro Vidoto De Aguilar, per tutti Pedrinho.

Classe 1989, italo-brasiliano, il bomber biancoazzurro ha un motivo in più per continuare a segnare: in settimana infatti diventerà padre della piccola Vittoria, a cui non mancheranno certo le dediche per i numerosi goal che segna il papà!

Sabato scorso il CCAV ha vinto per 4-1 contro il Forlì, ci commenteresti il match?

È stata una partita senza particolari problemi: abbiamo cercato di fare il nostro gioco e siamo riusciti a fare quello che serviva per fare i tre punti.

In settimana si era svolta anche la partita secca valida per gli Ottavi di Coppa Italia, dove il CCAV ha avuto la meglio sul Città di Mestre: quali sono le aspettative che hai per questa competizione?

La Coppa Italia per me è una competizione più affascinante rispetto al campionato, anche se sappiamo che l’importanza non è così grande! È comunque un torneo molto bello da giocare e voglio arrivare alla Final Eight! (da quando sono arrivato in Italia solo l’anno scorso  non ho partecipato ad una Final Eight).

Sei andato a segno in tredici partite su sedici e attualmente occupi il secondo posto nella classifica marcatori del girone: qual è il goal che hai preferito segnare?

È una cosa strana guardare gli altri da sotto in questa classifica (ride, ndr). Scherzi a parte, direi che il goal più bello è sempre il prossimo, dato che quest’anno sono tutti più che speciali perché dedicati alla mia piccola Vittoria che arriva questa settimana!

Dando un’occhiata alla classifica attuale, ritieni che ci siano delle sorprese o è una classifica che ti aspettavi?

Conoscevo poco delle altre squadre del girone, ma direi che forse qualche punto in più per il Miti Vicinalis me lo sarei aspettato. Riguardo al resto, abbiamo visto sul campo che la classifica è giusta.

Sabato prossimo il CCAV affronterà il fanalino di coda Trento, quali sono gli aspetti su cui state lavorando?

È una partita da non prendere sotto gamba, gli avversari contro di noi non hanno nulla da perdere. Dobbiamo sempre stare attenti a noi stessi e, se facciamo quello che dobbiamo con la qualità che abbiamo, ogni sabato sarà di festa.

Monica Vezzaro