Live Match

Pari e patta tra Todis Lido di Ostia e Vitulano Drugstore Manfredonia: scoppiettante 3-3 al PalaTorrino

Pari e patta tra Todis Lido di Ostia e Vitulano Drugstore Manfredonia: scoppiettante 3-3 al PalaTorrino

Sul gommato romano del Palatorrino, pari e patta tra Todis Lido di Ostia e Vitulano Drugstore C5 Manfredonia che pareggiano 3-3 nel ventiseiesimo turno del campionato di serie A di calcio a 5.

Mister Grassi propone nella starting five: Di Ponto, Esposito, Leandro, Sanchez, Barra. Mister Monsignori risponde con Moretti, Caputo, Boaventura, Leandrinho, Foglia. L’approccio del Vitulano Drugstore C5 Manfredonia è dei migliori. Passano solo pochi secondi e Leandrinho spara una sassata potentissima che viene smorzata in corner. I sipontini, dopo aver visto spegnersi alto sulla traversa il tiro di Barra, passano in vantaggio. Al 3’22” lancio dalle retrovie per Foglia, che davanti a Di Ponto lo fulmina con una secca conclusione. Il Lido di Ostia reagisce immediatamente con Cutrupi, che tenta la sortita ma la sfera va a lato. Poi è Gattarelli con un coast to coast a provarci senza fortuna. I locali gestiscono il possesso palla ma con il passare di minuti perdono di incisività. Di Ponto con un perfetto rilancio pesca Navarro, il destro dell’uruguaiano termina fuori.

Gli uomini di Monsignori difendono bene e concedono poco, e sono molto pungenti davanti. Raguso se ne va sulla corsia sinistra e impegna Di Ponto di piede. Sugli sviluppi del seguente corner, i sipontini raddoppiano. Al 11’13” grande azione sull’asse Foglia-Raguso, il cui piazzato incrociato si insacca sul palo lontano. Neppure il tempo di esultare che i padroni di casa rientrano in gara. Cutrupi compie il break a centrocampo, ruba palla, supera in dribbling anche Moretti e regala un cioccolatino a Nardacchione, che ringrazia e realizza la rete dell’1-2. I biancoceleste si fanno apprezzare anche nella gestione della palla e concedono pochissimo. Gattarelli si coordina al volo, dagli sviluppi di corner ma non inquadra il bersaglio.

Sul finire di tempo, gli ospiti calano il tris. Caputo, al 18’42”, lancia Baranauskas, che solo davanti alla porta non sbaglia e sigla la sua prima rete in serie A. Crocco sulla traiettoria del mancino di Cutrupi è fondamentale e conserva il vantaggio di 1-3 con cui si va all’intervallo.
Il match nella ripresa cambia volto. La squadra di Grassi entra con un atteggiamento diverso e il Lido di Ostia parte subito all’arrembaggio per riaprire la contesa. Moretti è bravo in apertura su Navarro in angolo. Il portiere dauno in due tempi dice di no a Gattarelli. I laziali cercano l’episodio giusto per tornare in carreggiata e lo trovano al 3’40”. Sanchez trasforma, con un perfetto mancino, una punizione concessa da un’ingenuità del Vitulano Drugstore C5 Manfredonia. L’estremo difensore è attento su di una nuova punizione dalla distanza dello stesso futsalero ostiense.

Il Lido spinge ma l’occasione per riallungare è per i pugliesi. Lungo rilancio di Moretti per Baranauskas, che spalle alla porta spizza di testa e coglie una clamorosa traversa. Sventata la minaccia i locali riprendono il forcing. Proteste dei biancoazzurri di casa per un presunto fallo su Esposito, gli arbitri sorvolano. La gara vive un momento di confusione, con improvvise folate. A metà tempo gli ospiti provano a respirare. Foglia imbuca per Cutrignelli che trova l’uscita di Di Ponto a negargli la gioia del gol. L’imperatore poco dopo, va via in un fazzoletto con una magia, il suo scavetto è fuori misura, e successivamente si rende protagonista di una ripartenza che termina sull’esterno della rete. Jorginho manca due chance davvero ghiotte, prima sprecando un assist di testa di Cutrupi e poi non riuscendo a spingere a porta vuota la palla del 3-3. A riequilbrare il match ci pensa capitan Barra, con un bel colpo d’interno destro, al 13’04”.

Grassi perde per infortunio Sanchez e Barra in pochi minuti ma il Lido prova a vincerla. Esposito sgasa sulla corsia ma spedisce alto di poco e 1’26” i padroni di casa ci provano con il power play. La truppa garganica difende con ordine e anzi ha l’occasione di spuntarla. Monsignori inserisce, a 35 secondi dalla sirena, anch’egli il portiere di movimento e sugli sviluppi dell’ultima azione, una precisa puntata di Boaventura coglie il legno interno e non schioda il punteggio dal 3-3 definitivo. Il Vitulano Drugstore C5 Manfredonia sale a quota 24 punti, tiene a tre lunghezze il Todis Lido di Ostia ma vede raggiungersi dai piemontesi de L84 in zona playout. Prossimo turno, sabato 30 aprile, quando al Palascaloria arriverà il Sandro Abate Avellino, in un finale di campionato tutto da vivere.