Pari al To Live con l’Aniene, Riquer: “Il 2-2? Dobbiamo fare meglio”

Pari al To Live con l’Aniene, Riquer: “Il 2-2? Dobbiamo fare meglio”

La Feldi Eboli porta via un solo punto dal Pala to Live di Roma, dove la sfida, valida per la 5a giornata di Serie A Futsal, contro i padroni di casa della Cybertel Aniene termina sul punteggio di 2-2. Gara entusiasmante, un continuo saliscendi di emozioni che vede la Feldi Eboli prima andare sotto, poi passare in vantaggio e, infine, subire il pareggio definitivo. Tanta sfortuna per le volpi nelle azioni dei gol avversari, eppure il bicchiere resta mezzo pieno visto che i rossoblù mantengono l’imbattibilitá in campionato, proseguendo la striscia di risultati utili consecutivi.

VITAMINA C – La Feldi Eboli scende in campo con il quintetto Dalcin, Moura, Dani Chino, Romano, Luizinho. Priva dello squalificato Tres, ma con un recuperato Canabarro. I gialloneri di Roma arrivati carichi al match, dopo la vittoria contro la Came Dosson, rispondono con Micoli, Battistoni, Biscossi, Javi Roni, Daniel. Per la metà del primo tempo la gara appare molto equilibrata, nonostante i ritmi elevati che rendono la sfida avvincente seppure a reti inviolate, merito anche delle parate dei due portieri. Al minuto 13’41” sono i padroni di casa a sbloccare grazie al gol di Daniel, arrivato dopo una sfortunata deviazione, il tiro del laterale della Cybertel Aniene prende una traiettoria strana che batte un’incolpevole Dalcin. Ma lo schiaffo subìto suona come una sveglia per gli uomini di mister Riquèr, la Feldi Eboli con un’iniezione di vitamina C innestata dalla coppia Canabarro-Caponigro trova un uno-due micidiale, passando in breve dalle stalle alle stelle. Infatti, prima su schema da corner è Canabarro con un tiro a volo a siglare il pari al minuto 14’27”, calcio d’angolo procurato da un’iniziativa personale di Caponigro; poi dopo meno di mezzo minuto è proprio il talento cresciuto nelle giovanili ebolitane a firmare il sorpasso, ribattendo una respinta della barriera a seguito di una punizione calciata da Luizinho. Punizione che si era procurato poco prima Canabarro, a testimonianza di quanto pesi ogni singola pedina nell’economia del gioco della Feldi Eboli. La prima frazione si chiude con gli ospiti in vantaggio.

FINALE AMARO – La ripresa si apre su gli stessi ritmi elevati del primo tempo, sale in cattedra la saracinesca ebolitana Carlos Dalcin che con un doppio intervento salva le volpi dal possibile pareggio, confermando ancora una volta la sua reattività tra i pali. A metà della ripresa è il capitano Sergio Romano ad avere una buona occasione per portare i suoi sul 3-1, ma Micoli imita Dalcin e compie un ottimo intervento. A tre minuti dalla fine, ancora una volta dopo una palla sporcata involontariamente da Schininà è il numero 7 Raubo a trovare il pari, superando per la seconda volta Dalcin, anche in questo caso senza colpe. Nel finale pochi rischi per le due compagini, né mister Alberto Riquèr né mister Micheli decidono di giocarsi il portiere di movimento. L’ultimo brivido lo offre la Feldi Eboli con una punizione dal limite, che però la difesa giallonera riesce a neutralizzare.

“SFORTUNA? DOBBIAMO FARE MEGLIO” – Il tecnico spagnolo delle volpi Alberto Riquèr, al termine della sfida, mantiene come sempre il suo aplomb e sottolinea come il pareggio sia frutto si di episodi sfortunati, ma anche di un qualcosa che è mancato ai suoi ragazzi: “Purtroppo sui loro gol abbiamo avuto un po’ di sfortuna, ma penso anche che una squadra come la nostra deve fare meglio. Abbiamo fatto la cosa più difficile recuperando lo svantaggio e poi non siamo stati capaci di chiuderla – spiega il mister rossoblù – Questo è lo sport e se non chiudi le partite gli avversari possono segnare, il pareggio alla fine ci sta. Ora abbiamo un’altra importante partita e dobbiamo essere pronti a dare il 100%”.

BIG MATCH – E così per le volpi arriva il secondo pareggio consecutivo, dopo il derby contro la Sandro Abate Avellino, che non permette alla Feldi Eboli di agganciare l’Italservice Pesaro in testa alla classifica, ma che consente alla squadra di Alberto Riquèr di restare lì da imbattuti nel gruppo che viaggia ad alta quota, in un campionato che ha ancora tanto da dire. Ora testa a martedì 17 novembre quando alle ore 20 al Palasele di Eboli arrivano gli abruzzesi della Acqua&Sapone Unigross, per un altro match di alta classifica. Le gare restano a porte chiuse, per gli accrediti stampa e operatori il termine ultimo sarà lunedì 19 alle ore 12.