Lido di misura sul CDM, il CMB riprende l’Aniene. Gui trascina l’AeS

09-10-2020
Lido di misura sul CDM, il CMB riprende l’Aniene. Gui trascina l’AeS

La seconda giornata dell’Opening Day di Salsomaggiore Terme regala 19 gol e infinite emozioni: dopo il successo di giovedì del Came Dosson sul Meta Catania nella sfida inaugurale della Serie A 2020-2021, venerdì sorridono Lido di Ostia e AcquaeSapone. I ragazzi di Angelini piegano il CDM Genova, nel match serale il poker di uno straordinario Gui trascina i nerazzurri contro il Sandro Abate davanti alle telecamere di Rai Sport. Nel mezzo, lo spettacolare 3-3 tra Cybertel Aniene e Signor Prestito CMB, con il team di Nitti che riacciuffa in extremis i romani di Micheli. Domani alle 15 Bernardinello Petrarca Padova-Feldi Eboli e alle 18 Italservice Pesaro-Saviatesta Mantova. Rinviata a data da destinarsi Colormax Pescara-Real San Giuseppe.

CDM FUTSAL-TODIS LIDO DI OSTIA 2-3
Lido e CDM partono a mille. Ne beneficia lo spettacolo, con emozioni e occasioni da una parte e dall’altra. Rocha fa tremare il palo con una bordata dalla distanza, Caputo, Fabinho e Molaro costringono Di Ponto agli straordinari. A spezzare l’equilibrio ci pensa Pizzo, spietato sull’assist di Fabinho, con i liguri che sfruttano al meglio una leggerezza di Motta. Quest’ultimo, però, si riscatta subito, con una magia che regala a Barra la palla dell’1-1. Sulle ali dell’entusiasmo, i ragazzi di Angelini trovano anche la forza di ribaltare il match con un’azione da sogno, finalizzata da una splendida girata di Chilelli, che di mancino non lascia scampo a Lo Conte. Avvio di ripresa equilibrato. Il CDM cerca di ristabilire la parità, Barra e compagni si chiudono pronti a far male in ripartenza. Il Lido difende bene, ma commette troppi falli, raggiungendo il bonus prima di metà frazione. Una situazione che non condiziona i ragazzi di Angelini, bravissimi a tenere botta. Vaz, quindi, è costretto a giocarsi la carta del portiere di movimento negli ultimi minuti. L’autogol di Titon sugli sviluppi di un calcio d’angolo sembra chiudere i conti, ma il CDM, ancora con il 5vs4, trova la forza di riaprire il match grazie a Ortisi. Riaprire sì, riacciuffare no: al triplice fischio parte la festa del Lido. Angelini inizia alla grande la sua nuova avventura.

CYBERTEL ANIENE-SIGNOR PRESTITO CMB MATERA 3-3
Altra partita piena di emozioni, altra gara con sorprese fino alla fine. Cybertel Aniene e Signor Prestito CMB Matera impattano sul 3-3, ma è un “X” che lascia l’amaro in bocca ai romani, beffati a 5” dalla fine da un gol di Paolo Cesaroni che riscatta l’autorete del momentaneo 1-0 al decimo del primo tempo. A tre minuti dall’intervallo i lucani segnano l’1-1 grazie alla giocata di Toni. In avvio di ripresa Anàs si inventa un lob di esterno beffando l’uscita di Weber per il nuovo vantaggio giallonero. La squadra di Micheli sale al massimo vantaggio quando Schininà firma d’opportunismo il 3-1. Il CMB, però, è ben dentro la gara, con il campionissimo, Wilde, che sale in cattedra e mette il timbro sul 3-2 che riaccende la speranza. Il colpo è nell’aria e all’ultimo respiro, come detto, è Cesaroni a infilare il definitivo pari.

SANDRO ABATE AVELLINO-ACQUAESAPONE UNIGROSS 2-6

Prova di forza dell’Acqua&Sapone di Scarpitti alla sua prima sulla panchina nerazzurra. Trascinata da un Gui in formato “mostre” autore di un poker, gli abruzzesi mandano al tappeto la Sandro Abate Avellino, rimasta in partita per buona parte dell’incontro, ma finita ko sotto i colpi della “nuova bestia”. Tutti e quattro i primi gol dell’A&S, infatti, portano la firma di Gui, che sembra aver ereditato il dna del suo compagno Lukaian. La Sandro Abate Avellino prova ad accorciare con il portiere di movimento segnando con Dal Cin, ma la gara è ormai andata. Mammarella dalla sua porta e in fotocopia Coco Wellington fanno scorrere i titoli di coda. Per la cronaca, segna il 6-2 Testa.