Olimpus sull’altalena: domina ma poi rincorre. Bacaro conquista il pari allo scadere

Olimpus sull’altalena: domina ma poi rincorre. Bacaro conquista il pari allo scadere

ROMA – L’Olimpus prima domina, poi viene superata e alla fine rimonta. E’ una vera e propria altalena di emozioni quella consumata al PalaOlgiata tra la formazione di Ranieri e la Anni Nuovi Ciampino, con la compagine blues a siglare la rete del pari con Bacaro a soli otto secondi dal termine della gara e, va detto, dopo essersi portata in vantaggio, fino a raggiungere un parziale di 4-1 a proprio favore. Due doppiette per la formazione di casa, con Osni Garcia e Bacaro, e la rete di Cintado: queste la marcature del 5-5 tra Olimpus e Ciampino.

LA GARA – Ad analizzare la partita è mister Ranieri. Le sue parole: “E’ stata una partita che, alla fine, non sai se essere contento per averla recuperata o dispiaciuto per averla buttata nel momento in cui la avevi in pugno. D’altro canto, si tratta anche di un punto preso contro una squadra forte; oltretutto noi, al di là dell’ingresso in campo di Bacaro, abbiamo giocato con molte defezioni. Il punto ci può stare. Anche se ci siamo portati sul 4-1 e, in pochi minuti di follia, l’abbiamo buttata via. Alla fine c’è sollievo per averla ripresa, una sconfitta sarebbe stata troppo. Ci troviamo sempre ad analizzare stessi errori e ogni stupidaggine la paghiamo cara. Di fondo è stata una buona gara. Alla fine il pari ci sta”. Guardando al Ciampino, il tecnico dice di essersi trovato davanti una “squadra quadrata e organizzata”. “Hanno morale, in questo momento stanno bene – prosegue – sono un’ottima squadra. Mi hanno fatto veramente una grande impressione”. Come detto, questa è stata la prima partita da “olimpo” per Vinicius Bacaro… “Ovviamente non è che lo scopriamo oggi… E’ un giocatore di livello altissimo. Si è allenato con noi solo due volte. Ha chiaramente grande tecnica, carisma e personalità. Ci ha dato una grossa mano a livello di atteggiamento. La squadra è più sicura quando c’è lui in campo. Non vorrei che si poggiasse troppo su di lui, ma che giocasse a prescindere. Aspetto di recuperare appieno Velazquez, Del Ferraro e Abraham. Nel momento in cui avremo la squadra al completo, Bacaro dovrà fare solo il suo”.

IL CAMMINO – Si riparte, a breve, con un altra gara importante che vedrà l’Olimpus affrontare in casa un’altra corazzata di questo campionato, il Prato. “Sarà l’ennesima partita difficile – commenta Ranieri – speriamo in settimana di poter recuperate gli infortunati o, almeno, qualcuno di loro. Abbiamo assoluta necessità di tornare alla vittoria”. L’obiettivo di inizio stagione era quello di confermarsi in questa A2. In questo momento della stagione, quanti punti mancano all’Olimpus per considerarsi “salva”? Ranieri risponde così: “Tanti… Intendendo per salvezza quella diretta, senza playout. La quintultima è a due punti da noi. Impossibile fare calcoli. Ma ipotizzo che manchino una ventina di punti”.

Ufficio Stampa

OTTAVIANICOMUNICAZIONE