Olimpus, assalto alla finale. Siclari: “Col Sinnai sarà una partita da 80 minuti”

Olimpus, assalto alla finale. Siclari: “Col Sinnai sarà una partita da 80 minuti”

La finale è ad un passo… Lo sa bene l’Olimpus Roma che domani volerà a Cagliari per la gara di andata delle semifinali scudetto. Partita di quelle con la “P” maiuscola quella contro la Ichnusa Sinnai, terzo appuntamento stagionale tra le due formazioni, primo confronto in terra sarda. “Sarà una gara difficilissima. Andremo a giocare su un campo difficile, sul quale poche squadre sono riuscite a vincere. Le abbiamo già affrontate ma la semifinale scudetto è sempre diversa dalle altre… Differente sia dalla partita giocata a Roma che dalla finale di Coppa Italia e difficile allo stesso tempo”. La vede così Valentina Siclari

Cosa vi spaventa maggiormente del Sinnai?

SICLARI: “Sappiamo che ha delle giocatrici che in qualsiasi momento possono fare la differenza: Vanessa, Peque, Ribeiro… Il campo è piccolo e il tiro di Vanessa potrebbe metterci in difficoltà”

Approccio alla gara: come vi siete preparate con il mister?

SICLARI: “Ci siamo allenate bene in settimana. Speriamo di avere un approccio diverso da quello avuto a Milano e, magari, di fare un buon risultato all’andata. Sarebbe buono per gestire al meglio la gara di ritorno. Sarà comunque una gara che durerà 80 minuti. Non possiamo permetterci di iniziare col piede sbagliato”

Personalmente, che soddisfazione ti vuoi ancora togliere in questo campionato?

SICLARI: “Arrivati a questo punto, tutti vogliamo vincere. La finale è lì, a due passi. Ovviamente, spero di riuscire a giocare un’altra finale scudetto e, una volta li, di vincerla!”


Ufficio Stampa
OTTAVIANICOMUNICAZIONE