Live Match

Olimpus, altra vittoria: Sinnai ancora k.o., la squadra di D’Orto è in finale

Olimpus, altra vittoria: Sinnai ancora k.o., la squadra di D’Orto è in finale

L’Olimpus Roma è in finale scudetto. Al PalaGems, il confronto con il Sinnai termina 3-0 a favore della compagine di casa. Questo punteggio, unito alla vittoria per 5-6 in terra sarda, permette alla formazione di Daniele D’Orto di accedere all’ultimo capitolo dei play off. Sarà finale scudetto, domani, dopo la gara di ritorno fra Ternana e Montesilvano, sapremo contro quale di queste due formazioni dovrà vedersela l’Olimpus Roma.

La gara. Uno, due. Un goal nel primo tempo, due nella ripresa. Alla marcatura di Taty, segue, nel secondo tempo, la doppietta di Giulia Lisi. Queste le tre marcature che consentono alla formazione romana, quest’oggi in maglia giallorossa, di abbattere un muro chiamato Sinnai al termine di una gara vissuta per larghi tratti ad alti ritmi. La prima occasione della partita è sui piedi di Taty che al 3′ libera un tiro dalla distanza che termina di poco alto sopra la porta difesa da Daniela Ribeiro. La replica del Sinnai è in un tiro di Peque disinnescato da Giustiniani. Dopo un altro tentativo di Taty, a provarci per l’Olimpus Roma sono prima Lisi, poi Cortes, le cui conclusioni vengono respinte dall’estremo difensore della formazione sarda. La formazione di Petruso risponde con Vanessa, ma anche sulla giocatrice brasiliana Giustiniani si fa trovare pronta. A 12’16” l’Olimpus Roma passa: triangolo nello stretto fra Taty e Lucileia con il capitano della formazione blues che restituisce alla numero 4′ che con un tiro forte e preciso calcia la sfera sotto al sette, la dove Ribeiro non può arrivare (1-0). Dopo la rete subita, il Sinnai si desta dal torpore e Giustiniani è chiamata a tre interventi su Vanessa, tutti decisivi per mantenere inviolata la porta dell’Olimpus. Nelle prime battute della ripresa Fanti, davanti alla porta, non riesce ad indirizzare la sfera in rete. Al 3′ Vanessa Pereira su punizione calcia all’angolo alto, ma Giustiniani con un balzo felino ci arriva e devia in angolo. Passano pochi secondi e l’Olimpus ha l’opportunità di raddoppiare: angolo di Gayardo e tiro al volo di Lucileia, di poco sopra la traversa. Ci prova ancora l’Olimpus con Gayardo, brava Ribeiro a respingere la sua conclusione. Ad 8’42” Vanessa inventa un tiro potente e preciso dalla distanza che, dopo essere stato deviato, si stampa sul palo alla sinistra di Giustiniani. Tre minuti dopo Lucileia chiude il triangolo con Cely Gayardo e va al tiro, ‘estremo difensore del Sinnai respinge con i piedi. Al 14’23” Lisi triangola con Lucileia e va al tiro dal limite dell’area, la palla passa sotto le gambe di Ribeiro – che nel mentre era uscita per chiuderle lo specchio della porta – e si insacca (2-0). Negli ultimi due minuti e mezzo della gara mister Petruso schiera il portiere di movimento: ad indossare la casacca verde è Guaime. La formazione sarda va vicina alla rete con un tiro centrale di Gasparini, anche questo disinnescato da Giustiniani. Sull’azione d’attacco successiva del Sinnai, quando mancano 40” al termine della gara, Lisi va in pressione su Peque e calcia a rete la palla del definitivo 3-0. L’Olimpus Roma archivia la pratica Sinnai e vola in finale.

Giulia Lisi. La sua doppietta chiude la partita. Cos’altro dire? Ogni frase sarebbe superflua… La finale: “Un traguardo enorme per questa Società che da anni è nel settore, con molti sacrifici. Sono molto contenta, è una soddisfazione personale ma penso che questa squadra se la meriti tutta questa finale”, dichiara al termine del match Lisi che poi torna sulla sua doppietta: “Tanta soddisfazione. E’ un po’ anche una rivincita. Penso di aver dato tanto a questa maglia durante l’anno. Ringrazio tutta la squadra che mi ha supportato, anche nei momenti difficili. Trovare spazio tra grandi giocatrici non è facile. Entrare in campo e cercare di dare il massimo, di testa e di muscoli… Sono contenta che sia questo il risultato”.

Ufficio Stampa

OTTAVIANICOMUNICAZIONE