Live Match

Napoli superlativo ma il Petrarca la riprende con il power play. Basile: “Così più vicini al salto di qualità”

Napoli superlativo ma il Petrarca la riprende con il power play. Basile: “Così più vicini al salto di qualità”

Il Napoli chiude il girone d’andata con un pareggio spettacolare al Centro Sportivo Cercola. Finisce 4-4 contro il Syn-Bios Petrarca capolista: la discesa di Grasso apre le danze, impatta Kakà, poi Fortino e Fellipe Mello fissano il 2-2 parziale. Nella ripresa Guga si becca la doppia ammonizione, ma i partenopei non concretizzano con l’uomo in più. Sempre Fellipe Mello a concedere l’autogoal del 3-2 locale. Fernandinho per il 4-2, Gianpaolo lancia il power play ed i veneti agguantano il pari con Jefferson e Rafinha. Un punto a testa in una partita di livello altissimo. I patavini chiudono a quota 38 in vetta, a 25 ed al quinto posto insieme al Pescara il team di Basile. Mercoledì 16 febbraio alle 20, ancora tra le mura amiche, la sfida all’Italservice Pesaro campione in carica.

PRIMO TEMPO – La prima occasione è di marca brasiliana, la rovesciata di Fernandinho fa la barba al palo. Un suo break spalanca la strada a Grasso che scarica il destro e firma l’1-0 azzurro a 4’01”. Il tiro di Fellipe Mello, il legno aiuta Ganho. Ci prova il Syn Bios ma l’estremo difensore ci mette il petto prima, il tocco sotto di Victor Mello è poi impreciso. A 9’35” l’ex Kakà, servito da corner, insacca l’1-1. Reazione partenopea con il piazzato di Coelho, è il recupero di Grasso a produrre il facile 2-1 di Fortino: nuovo vantaggio ad 11’16”. Un calcio da fermo regala però l’ulteriore pari rossonero, Fellipe Mello di tap-in dopo il riflesso di Ganho su Kakà. Turmena da posizione defilata, il 7 portoghese fresco campione d’Europa va vicino al bersaglio di volée. Robocop apre troppo il compasso e spreca davanti alla porta. Lesti i due portieri su Jefferson da un lato e Fernandinho dall’altro. Le ultime due emozioni: il numero 18 del Napoli scheggia la traversa, Turmena salva sulla linea su Parrel. È 2-2 all’intervallo.

SECONDO TEMPO – La ripresa si apre con il tentativo di Perugino che sfiora il montante. Dribbling e destro secco di Coelho, è Fernandinho a togliere il 3-2 dalla porta. Asse Ganho-Hozjan, pallonetto alto. Il numero uno di Basile per tre volte si oppone: su Kakà e due volte su Victor Mello. A 7’38” c’è il secondo giallo per Guga: nei due minuti di superiorità numerica Turmena non va a centro, Fernandinho sbaglia da due passi e il portiere patavino si salva anche grazie al palo. Nel 5 vs 5 è l’autorete di Fellipe Mello a mettere nel tabellino il 3-2. Passano due minuti e Fernandinho riesce a calare il poker, azione orchestrata da Coelho e Fortino per il 4-2. Coach Gianpaolo lancia così Fellipe Mello power play ed arriva il 4-3. Fucilata del fratello Victor, è Jefferson a correggere in rete. A 17’32” il taglio di Rafinha premia e vale il 4-4 definitivo. Nel finale il palo nega la rimonta a Parrel, Fortino non trova l’impatto giusto con il pallone lanciato da Ganho.

SALA STAMPA – “C’è molto rammarico – dice il tecnico Piero Basile, abbiamo fatto un secondo tempo incredibile. Con il portiere di movimento abbiamo difeso benissimo per due minuti e mezzo, ma dobbiamo comunque essere felici di quanto fatto perché non credo nemmeno abbiamo commesso troppi errori. Meritavamo di vincere. Se continuiamo a lavorare così saremo sempre più vicini a squadre come questa”.