Presentato l’accordo con Sportitalia. Montemurro: “Il futsal sta cambiando”

18-09-2017
Presentato l’accordo con Sportitalia. Montemurro: “Il futsal sta cambiando”

Squadra che vince non si cambia…squadra che vince raddoppia! L’accordo biennale tra Sportitalia e la Divisione Calcio a cinque, che prevede due dirette di futsal a settimana (il sabato e il lunedì) è stato presentato questo pomeriggio negli studi milanesi dell’emittente televisiva, che trasmette sul canale 60 del digitale terrestre e sul 225 della piattaforma Sky. Erano presenti il presidente della Divisione Calcio a cinque, Andrea Montemurro, l’avvocato Cesare Di Cintio e a fare gli onori di casa il direttore dell’emittente Michele Criscitiello, oltre a una platea composta da giornalisti e partecipanti al workshop di comunicazione organizzato dall’emittente. Un appuntamento decisamente riuscito e apprezzato, in uno scenario di prestigio.

Il calcio a cinque sta cambiando pelle, lo sta facendo rapidamente e anche e soprattutto con l’aiuto di Sportitalia, che ringrazio pubblicamente”, le parole del presidente Montemurro, “Abbiamo finalmente trovato una tv con cui instaurare un rapporto di continuità, mi auguro il più a lungo possibile. Saremo protagonisti con le partite di Serie A, ma anche con le altre categorie”.

Visibilità e mediaticità sono stati i “mantra” che il presidente della Divisione Calcio a cinque ha ripetuto a tamburo battente dalla sua elezione dello scorso 19 dicembre: questo nuovo accordo con Sportitalia, tv dinamica e giovane che come ha ricordato il direttore Criscitiello si autofinanzia visto che non ha la risorse di canone come la Rai o abbonamento come le pay tv, sembra fatto appositamente per esaltare queste linee guida.

“Avremo una visibilità a 360°: forse si tratta di un accordo unico in Europa, al momento stiamo sicuramente ragionando in termini molto importanti da un punto di vista mediatico”, ha sottolineato Montemurro, “Questo ci consente di aumentare la nostra popolarità. Prima delle elezioni avevo promesso che in quattro anni saremmo entrati nell’Olimpo degli sport più popolari, penso che lo stiamo facendo in tempi record”.

Su Sportitalia non ci saranno soltanto le dirette di campionato, ma ci sarà anche lo spazio per approfondimenti con magazine ad hoc e interventi dei protagonisti che precederanno e seguiranno gli appuntamenti televisivi, il sabato alle 18.30 e il lunedì alle 21. “Sicuramente un’opportunità ma nello stesso tempo una forte responsabilità”, ha ricordato il presidente Montemurro, “Dobbiamo consegnare alla redazione dei prodotti di qualità, dobbiamo portare pubblico e mantenere uno standard elevato dal punto di vista tecnico. Per quanto riguarda i palazzetti, anche in questi sette mesi abbiamo spostato l’indice di popolarità al loro interno in maniera positiva”

Non male per il presidente più giovane nella storia del Coni. “È un onore e un onere, ma sicuramente un grande onore”, ha sottolineato Montemurro parlando della sua carta d’identità, “All’interno del Coni siamo riusciti come Divisione Calcio a cinque a invertire la rotta dopo 19 anni della precedente gestione e a portare delle idee nuove in uno sport giovane. Prima, forse, c’era la volontà di tenere questo sport al di sotto del fratello maggiore, il calcio, e di lasciare il futsal con la connotazione di gioco e non di sport. E di mettere il calcio a cinque al di sotto di altre realtà sportive. Quando sono stato eletto eravamo il 137esimo sport per popolarità, oggi siamo molto più avanti , il mio obiettivo è arrivare tra i primi cinque, ma a livello sia FIGC sia Coni stiamo già ricevendo tanti attestati di stima”.

L’avvocato Di Cintio, “guru” dei diritti sportivi, è stato l’ideale anello di congiunzione tra la Divisione Calcio a cinque e Sportitalia. “E’ bello quando ti rendi conto che un prodotto sta andando bene, che questo è un campionato che appassiona”, ha raccontato, “Mio figlio, che segue generalmente i grandi avvenimenti di calcio, sta iniziando a cambiare canale e sintonizzarsi sulla partita di calcio a cinque: anche questo è un modo per capire che il prodotto sta piacendo. Con il presidente Montemurro c’è stata subito unità di intenti. È stato semplice confezionare il prodotto, sia per la qualità delle immagini sia da un punto di vista di stilare gli accordi”.

Il direttore di Sportitalia, Criscitiello, ha espresso l’auspicio di poter sperimentare con il futsal nuove frontiere, come telecamere negli spogliatoi durante l’intervallo o quant’altro. “Noi siamo sempre in prima linea sulle sperimentazioni, ben vengano, come i nuovi investitori”, l’apertura di Montemurro. Mettetevi comodi in poltrona o sul divano: il futsal in tv sta per tornare…