Meta, il sogno degli Allievi continua: la squadra di Giuffrida vola in finale scudetto

Meta, il sogno degli Allievi continua: la squadra di Giuffrida vola in finale scudetto

Cuore, testa e gambe, tre parole fondamentali scritte su uno striscione che campeggiava in tribuna. Ingredienti semplici, veraci, puri, quasi un dogma da sempre pronunciato da tutta la band degli Allievi della Meta C5. Quasi un segno del destino, quasi un segnale per scatenare l’inferno.

Senza storia la semifinale di oggi pomeriggio, mai in discussione la vittoria con un predominio assoluto da parte della meta C5 di coach Giuffrida. Il parziale del primo tempo parlava da solo, 3-0. Una partenza razzo, con pressing sempre alto e un cinismo pazzesco sotto porta che regalava le reti di Ferrante, Zappalà e Tomarchio. Il roster iniziale era il solito che confermava solidità di pensiero e coerenza nelle scelte da parte di Giuffrida con Macaluso in porta e quartetto formato da Lo Cicero, Musumeci, Ferrante e Zappalà. Troppo bella la Meta, con Trento quasi inerte davanti alla superiorità dell’avversario.

La gestione della gara passava anche dall’attendo secondo tempo: la rete del 4-0 di Zappalà prima del break di Trento per il 4-1. Il solito Lo Cicero poi partecipava al festival del gol riportando al sicuro il risultato. Il finale era solo mera accademia e spazio al sesto gol dei puntesi con Ferrante che realizzava la sua doppietta personale.

Le reti degli avversari non scalfivano una vittoria stupenda, che proiettano la Meta C5 in finale con la speranza, il sogno di dare tutto pur di cucire sul petto uno straordinario e pazzesco tricolore. Ma adesso bisogna godersi il momento e lasciare spazio solo all’orgoglio verso dei ragazzi di primo livello che stanno stupendo l’Italia del futsal

METAMIX LE PAROLE DEL DIRIGENTE MASSIMO DI DON FRANCESCO

Una gioia indescrivibile, doverosa dopo i tanti sacrifici di stagione e la voglia di scommettersi sempre credendo nel talento dei ragazzi della Meta C5. Gongola la società puntese nel raggiungimento di qualcosa di pazzesco come la finale scudetto. Gioia sul volto di uno dei dirigenti Massimo Di Don Francesco sempre al fianco del settore giovanile con la sua prezioso e minuzioso lavoro

“Tutto troppo bello per essere vero – chiosa Di Don Francesco – una vittoria straordinaria nata fin da questa mattina quando nei loro volti fino all’ingresso in campo potevi scorgere concentrazione e applicazione. Hanno fatto la gara perfetta sotto ogni punto di vista. Ricordiamo che siamo la difesa fino ad oggi imbattuta ed arriviamo a questa finale con grande consapevolezza ma senza perdere mai il filo dell’umiltà”

“Abbiamo fatto un grande percorso e ritrovarsi qui è la risposta al grande lavoro applicato dalla Meta C5 per il settore giovanile. Oggi quando siamo entrati nel Palazzetto abbiamo trovato uno striscione con tre parole Cuore, testa e gambe proprio le parole da sempre usate in stagione dallo staff tecnico e da tutti noi…un segno del destino che evidentemente ha portato bene”

Attilio Scuderi
Ufficio stampa Meta