Meta Catania rimontata, un buon punto per la Came Dosson all’Emilia Romagna Arena

Meta Catania rimontata, un buon punto per la Came Dosson all’Emilia Romagna Arena

Un buon punto quello ottenuto dalla Came Dosson contro il Meta Catania: dopo un primo tempo a lungo dominato i biancoblu si sono ritrovati sul doppio svantaggio ad inizio secondo tempo e hanno comunque avuto la forza di rimontare con gran de personalità.

La cronaca. Vantaggio Meta Catania dopo cinque minuti dall’avvio con Musumeci che con un tiro al volo su schema da calcio d’angolo supera Pietrangelo: in precedenza Came vicina al vantaggio con due buone occasioni capitate sui piedi di Japa e Juan Fran. I biancoblu reagiscono immediatamente al svantaggio subito ma nonostante un buon possesso palla non riescono a trovare la rete del pari; i siciliani invece abbassano i ritmi di gioco e amministrano il vantaggio. Nei cinque minuti che precedono l’intervallo la gara si scalda con la Came che va vicina al pareggio in diverse occasioni: la conclusione di Belsito su schema fa fallo laterale colpisce la traversa mentre un buon tiro di Juan Fran termina di poco a lato. Tornatore grande protagonista in questa fase della gara grazie a due splendidi interventi su Espindola e Suton, a dieci secondi dalla sirena Japa sembra avere la palla buona per il pari ma è ancora il portiere del Meta ad opporsi al bomber biancoblu.

Inizio di ripresa sfortunato per i biancoblu che perdono Japa che deve lasciare il campo per uno stiramento e subiscono la rete del doppio vantaggio Meta a causa di una sfortunata deviazione di Espindola sugli sviluppi di una punizione avversaria. La Came non si arrende e riprende a giocare come nei minuti che hanno preceduto l’intervallo e finalmente trova la rete che riduce lo svantaggio con Dener, che realizza il rigore concesso per un fallo subito da Belsito. I biancoblu continuano a premere anche nei minuti successivi mettendo alle corde gli avversari che faticano a costruire azioni significative: il meritato gol del 2-2 arriva a metà della ripresa grazie all’ex Suton che mette in rete sugli sviluppi di un’azione da calcio di punizione precedentemente conquistata da Arnon. La parte finale del secondo tempo si gioca su ritmi molto alti dato che entrambe le squadre spingono per portarsi in vantaggio: la Came esaurisce il bonus dei 5 falli e questo ne frena la spinta agonista, il Meta cerca di approfittarne alzando il baricentro ma la retroguardia biancoblu è ermetica e non lascia passare più nulla fino alla sirena.