Live Match

Meta Catania, contro il Ciampino Aniene non basta Matamoros: terza sconfitta consecutiva in casa

Meta Catania, contro il Ciampino Aniene non basta Matamoros: terza sconfitta consecutiva in casa

Non basta cuore e reazione. Ancora due errori fatali nel momento decisivo e Meta Catania Bricocity che deve cedere il passo all’Aniene che si porta a casa tre punti e vittoria. PalaCatania che sembra tabù terza sconfitta contro consecutiva in casa e tanta amarezza nonostante il ritorno al gol di Matamoros.

Primo tempo con una partenza taglia gambe perni rossazzurri. Portuga trovava prima un super Gol e poi trasformava un’azione perfetta. Due ceffoni che stordivano una disorientata Meta Catania Bricocity. La scossa? Vaporaki. L’argentino metteva ordine e insieme a Musumeci alzava il ritmo. Rossazzurri che trovavano prima il gol proprio con Vaporaki su tiro cross di Matamoros e poi pressavano Aniene. Tornatore si superava con due ottimi interventi e gol del pari sfiorato con la Meta Catania anche poco fortunata. I legni di Galan e Campoy e le occasioni di Rossetti e Matamoros con Casassa a parare tutto gridavano vendetta.

Nella ripresa Meta Catania Bricocity elettrica e vicina al pareggio in apertura con Rossetti. Aniene ripartiva bene ma trovava ancora un super Tornatore che blindava la porta e dava ossigeno di speranza. Al quinto minuto il pareggio, grazie al sinistro secco di Matamoros che torna al gol dopo 14 giornate. Gara elettrica, appesa ad un filo, però con tanti errori d’impostazione. Lucidità e potenza, tutto concentrato nel gol ancora di Matamoros che si girava e col sinistro bucava Casassa per il 3-2 rossazzurro. Aniene metteva subito l’uomo in più, portiere di movimento provando a trovare subito il pareggio. Dopo due minuti di pressione Aniene otteneva il 3-3 con Divanei. Alonso perdeva la sfera e dopo quaranta secondi Pina eludeva la difesa e beffava Tornatore 3-4. Clamoroso.

“Siamo molto amareggiati perchè meritavamo molto di più e la vittoria – afferma l’estremo difensore etneo Seby Tornatore – Purtroppo non sta girando bene. Dobbiamo prenderci le nostre responsabilità non possiamo continuare con questo rendimento soprattutto in casa. Dobbiamo analizzare e ripartire ma bisogna alzare la prestazione. Oggi siamo partiti male, ma successivamente avevamo la gara in mano. Poi in ventiquattro secondi abbiamo buttato via la partita. Cosi non va”