Live Match

Merenda racconta il nuovo Faventia: “Vogliamo confermare la squadra dell’anno scorso”

Merenda racconta il nuovo Faventia: “Vogliamo confermare la squadra dell’anno scorso”

Prima l’accordo, oggi la firma. Se è vero che il buongiorno si vede dal mattino, l’inizio della sessione estiva di mercato sembra sorridere al Faventia ed al DS Filippo Merenda che dopo alcuni giorni di contatti ininterrotti è riuscito a trovare l’accordo per il prolungamento del contratto del portiere Matteo Conti e dell’attaccante Alessandro Grelle. A dispetto di quanto si vociferasse dunque, sembra che Massimiliano Castellani, nuovo allenatore dei manfredi, nella prossima stagione sportiva possa contare sull’ossatura di quella formazione che nelle ultime due stagioni fece tanto bene nel Campionato Nazionale di Serie B.

“Al momento – spiega Merenda – stiamo lavorando per confermare la squadra dello scorso anno, fermo restando che non tratterremo nessuno con la forza. Per Caria e Garbin sono arrivate alcune offerte che gli stessi giocatori hanno deciso di declinare e questo per noi è un motivo di orgoglio perchè testimonia un attaccamento alla maglia non comune al giorno d’oggi”

Dello stesso avviso anche Alessandro Grelle e Matteo Conti, pronti a disputare rispettivamente la terza e la quarta stagione tra le fila dei biancoazzurri:

“Giocare per il Faventia è un onore – racconta Matteo Conti – qui si sta bene ed è per questo motivo che è stato facile trattare il prolungamento del contratto. Il nuovo allenatore non lo conosco ma ho fiducia nelle scelte della società”.

Per quanto riguarda il mercato, il Faventia sta monitorando la situazione. Manca solo l’ufficialità per il trasferimento di Cavina a Bologna, sponda Fossolo (C1) mentre si lavora per i rinnovi di Gatti e Cedrini entro il 1 Luglio, e per portare al Cattani una punta. In questo senso l’arrivo di Castellani sulla panchina manfreda e gli ottimi rapporti con Filippo Merenda, potrebbero aprire le porte al ritorno di un grande ex, Lorenzo Lesce, attaccante faentino reduce dall’esperienza con l’Imola in Serie A. L’alternativa a Lesce sarebbe un attaccante portoghese, già in Italia, autore di un’ottima stagione in Serie B anche se in questo caso bisognerebbe superare la concorrenza di alcuni club di Serie A. Scintille di un’estate che si preannuncia già caldissima.

D.V.