Martina battuta 5-1 dalla Dona Style Fasano: svanisce il sogno Final Eight

Martina battuta 5-1 dalla Dona Style Fasano: svanisce il sogno Final Eight

Dura sconfitta per il Martina calcio a 5 nell’ultima partita del Girone di Andata, nel Campionato di Seria A Femminile girone C, domenica 18 dicembre. Sul campo del Dona Style a Fasano, le ragazze del patron Boccia sono state battute con un risultato schiacciante: 5 a 1. La notizia più brutta, però, è stata la matematica esclusione dalla Final Eight di Coppa Italia. Nessuna terza squadra del Girone C ha avuto accesso alla Final Eight non avendo ottenuto i punti necessari.

«Abbiamo perso 5-1, ma la qualificazione alla Coppa Italia non l’abbiamo persa in questa partita. L’accesso alle finali l’abbiamo perso con il Bisceglie in casa, nel momento in cui a 9 secondi dalla fine abbiamo pareggiato e non vincendo con la San Cataldo. In quel caso avremmo fatto qualche punto in più e saremmo arrivati alla partita con il Dona Style con uno spirito diverso» ha commentato il presidente Boccia.

Torniamo alla partita.

I primi minuti dell’incontro hanno segnato l’intero andamento della partita: dopo appena 5 minuti dall’inizio le padrone di casa avevano già messo al sicuro un doppio vantaggio. A metà della prima frazione di gioco è giunta la terza rete del vantaggio. A questo punto mister Fanizzi, nonostante i diversi cambi effettuati facendo girare le poche ragazze disponibili a causa dei tantissimi infortuni, ha scelto la carta del portiere di movimento, con Carmela Ricco in maglia nera. Il risultato non si è sbloccato e le calcettiste martinesi sono andare a riposare con uno svantaggio di 3 reti.

Nel secondo tempo la situazione non è cambiata di molto. Le ragazze del Dona Style hanno aggiunto un’altra rete al loro punteggio, mentre fra le azioni del Martina anche un rigore sbagliato per un fallo di mano nell’area del Dona Style. Le martinesi hanno segnato il gol della bandiera con la spagnola Belen Entrena Garcia. Un gol che non ha potuto monitorare mister Fanizzi, allontanato dalla panchina a metà del secondo tempo.

In campo le giocatrici bianco-azzurre hanno avuto diverse occasioni da gol che non si sono concretizzate. Anche in questa partita si sono visti gol sfiorati o pali centrati da calci ben piazzati.

Amaro il commento del presidente avv. Guglielmo Boccia che, non nascondendo le difficoltà della squadra legate ai tantissimi infortuni che hanno decimato il roster, inizia a fare le valutazioni del caso:

«Il Dona Style ha dimostrato di essere quello che è: una buona squadra con un cinismo determinante, ma non è stata questa sconfitta a metterci fuori dalla Coppa Italia.  Inoltre, abbiamo avuto un numero notevole di infortunate nelle ultime 7 partite. Negli ultimi due mesi abbiamo giocato sempre con le stesse giocatrici di movimento, ma non è una giustificazione. Non mi piace trovare scuse.  Si tratta di una constatazione dei fatti. Tornando agli obbiettivi di stagione, c’era quello di accedere alla fase finale di Coppa Italia. Se questo non è avvenuto sono io che mi assumo tutte le responsabilità del caso, in quanto presidente. Ciò non toglie che farò le necessarie valutazioni durante il girone di ritorno e prendere le dovute decisioni, in corso o a fine campionato. Abbiamo mancato per pochissimo questo obbiettivo, perché una sola vittoria ci poteva dare l’accesso alla Final Eight e questo nonostante gli infortuni e la sorte avversa in campo. Il destino va aiutato e noi non l’abbiamo aiutato. Adesso dobbiamo pensare solo al Campionato ed a migliorare la posizione in classifica e toglierci qualche soddisfazione».

Addetto Stampa
Miriam Palmisano