Marchionne porta il Civitella in A2 ma lascia la panchina

Marchionne porta il Civitella in A2 ma lascia la panchina

Mentre nel piccolo paese dell’entroterra pescarese si continua a festeggiare per la storica promozione in A2, i vertici dell’Asd Civitella Sicurezzapro si tuffano nella programmazione per la prossima stagione sportiva affrontando il primo tassello da definire: la figura dell’allenatore. Dopo un’intensa riunione tenutasi ieri 19 aprile, Luca Marchionne, il mister civitellese doc fautore della strabiliante cavalcata verso la serie A2, ha manifestato la propria impossibilità di proseguire il suo incarico alla guida tecnica del Civitella a causa dei numerosi impegni lavorativi: Marchionne, infatti, è un dirigente di una nota impresa edile abruzzese che segue appalti in diverse regioni italiane e questo difficilmente si concilierebbe con i doppi turni di allenamento che una società che disputa la serie A2 deve sostenere.

I dirigenti del club pescarese prendono atto, con rammarico, della decisione di mister Marchionne ed insieme valuteranno il suo ruolo futuro all’interno della società perché è impensabile un’Asd Civitella Sicurezzapro senza Luca Marchionne: socio fondatore, allenatore autore di numerose promozioni e pilastro indiscusso di questa piccola grande realtà del futsal nazionale. A Luca vanno i più sentiti ringraziamenti da parte di tutta la famiglia del Civitella C5 perché ha regalato un sogno a questa piccola comunità dell’entroterra pescarese, un sogno che senza la sua caparbietà e la sua determinazione difficilmente si sarebbe realizzato.

Ufficio stampa ASD CIVITELLA SICUREZZPRO