Live Match

Maracanà Dream Futsal battuto in casa: il Real Grisignano vince a Morrovalle

Maracanà Dream Futsal battuto in casa: il Real Grisignano vince a Morrovalle

Spesso le beffe nello sport sono come le ciliegie, una tira l’altra! Dopo Ancona è arrivata anche quella contro il comunque ben registrato, tosto e risoluto Real Grisignano, ma la sconfitta è stata a nostro avviso davvero immeritata, visto che le locali non si sono dimostrate inferiori alle vicentine, anzi. Il gioco, per gran parte della gara, lo ha fatto la squadra di casa (il Real di contro si è affidato molto spesso al lungo rilancio di Miola verso il pivot, tenendo una copertura difensiva molto chiusa ed accentuata, difficilissima da superare), ha avuto a disposizione comunque un congruo malloppo di palloni da poter scaraventare in rete ma non è riuscita a finalizzarne neanche lo straccio di uno sola; vuoi per sfortuna, vuoi per la bravura di Miola, vuoi per un certo atteggiamento di poca convinzione e cattiveria nell’effettuare le conclusioni, il risultato è stato lo stesso: zero reti fatte! Evidentemente per quanto riguarda la concretizzazione in gol, alcuni perfidi granelli di sabbia si sono insinuati nei meccanismi che fino ad un paio di settimane fa erano ben oliati e produttivi, facendoli inceppare inesorabilmente. Bisogna ritrovare al più presto (leggasi immediatamente) la coesione ed il basilare mutuo soccorso fra le giocatrici in tutte le fasi di gioco, sia offensiva che difesiva, che tanto bene e tanti risultati hanno portato all’MDF fino a pochissimo tempo fa. Il Grisignano ha giocato la sua gara ed anche bene, con una tattica accorta ma sempre pronto a pungere sanguinosamente e, a pochissimo dalla fine, ha raccolto dei frutti copiosi con capitan Nicoli. Nel primo tempo, Nicoli ci prova da centrocampo dopo 25”, Fermani para di mani e…faccia. Al 6° è Gasparrini che si libera bene dell’onnipresente Prosdocimi e spara fortissimo ma centrale, Miola abbranca. Nei due minuti seguenti capitan Nicoli ci prova minacciosamente due volte, dalla media prima e da vicino poi, ma il cuoio va sempre fuori di ben poco. Al 12° tacco aereo di La Ferrara per Ciccioli in area, pallonetto al volo alto. Al 14° punizione “a due” dal limite per le locali, Frontini tocca per Giosuè che cala un fendente a colpo sicuro, d’istinto e di piede mancino salva la rete Miola. Un minuto dopo staffilata alta di un amen di Marani dai 10 metri. Al 16° sventola improvvisa di La Ferrara da destra, si tuffa Miola e smanaccia fuori. Al 17° punizione di La Ferrara da sinistra, Miola col ginocchio manda a lato dove Di Buò ci riprova e ancora Miola, sempre di ginocchio, ancora ci mette una pezza. Andiamo alla ripresa quando, come all’inizio della gara, il Grisignano è pericoloso con Turetta che libera Prosdocimi (sempre in campo la fortissima 3 vicentina) a sinistra, Fermani su butta sul pallone calciato e ferma tutto. Ora è l’MDF che preme, al 4° Miola interviene su Frontini, al 5° capitan Giosuè ara la fascia destra superando Prosdocimi e martella un drop di collo pieno verso il primo incrocio, il portiere ospite è di riflessi pronti e butta in angolo con la punta dei guantoni e poi, al 6°, punizione dai 7 metri per le locali: La Ferrara mira all’angolino, Giosuè fa velo ma Miola è mirabolante con una spaccata decisiva. La poderosa Prosdocimi subito dopo tiene vivo l’interesse con una puntata dalla mancina, Fermani si oppone coi piedi. All’8° Giosuè pesca perfettamente sola La Ferrara a sinistra, ottimo stop di destro e frecciata nociva di sinistro con Miola che alza lo scudo termico e incenerisce il pallone. All’8° la solita Prosdocimi fa viaggiare la palla verso Rettore sola soletta, Fermani fa il suo e col ginocchio stoppa tutto. Al 9° ci prova Gasparrini con una legnata rasoterra dalla sinistra sul primo palo, ma Miola si conferma con una deviazione di piede in corner. Gara viva e vibrante, Nicoli è combattiva e ci prova sempre, ma Fermani è Attenta. Arriva il momento della giovanissima Giuva nell’MDF; al 14° Fermani verso Rogani che morbidamente allarga su Giuva, diagonale letale che supera Miola ma termina fuori spellando letteralmente la base del palo lontano, inducendo Nicoli ad uno sospiro di sollievo. Nell’azione seguente, Ancora Fermani ed ancora Rogani che smarca a sinistra Ciccioli, fiondata turbinante smanacciata corta da Miola e Giuva li davanti, complice anche un rimbalzo troppo alto, calcia  jellatamente di un niente fuori a porta semplicemente spalancata: sembrava proprio un gol già fatto. Ma come vuole la legge del futsal, poco dopo Marani esce dal pressing sulla destra per poi venire contrastata vittoriosamente da Nicoli che abbindola la sfera, se la porta avanti e spara una fucilata bassa, Fermani la smorza ma il cuoio entra beffardo oltre la riga. Grisignano allo zenit e MDF col morale che declina. Nicoli si sente superwoman (e forse lo è in questo finale di gara) costringendo Fermani alla paratona in tuffo subito dopo. Arriva pure la seconda rete su schema da corner con Turetta che serve Nicoli, frecciata diagonale e vincente sul secondo paolo. Nicoli (e chi altri sennò), tira da tutte le parti, con i piedi Fermani respinge. Ormai siamo verso la conclusione e i secondi scorrono inesorabilmente fino alla sirena finale: Game over, Grisgnano vince per la prima volta fuori casa.

MARACANA’ DREAM FUTSAL MORROVALLE – REAL GRISIGNANO        0-2

 MARACANA’ DREAM FUTSAL: Samantha Fermani (gk, n°1), Greta Frontini (n°5), Michela Ciccioli (n°6), Silvia Rogani (n°7), Silvia Giosuè (K-n°9), Francesca Gasparrini (n°10), Norma Giuva (n°11), Federica Marani (n°12), Luisa La Ferrara (n°13), Federica Di Buò (n°15), Alissia Tosi (n°17), Elena Ruggeri (gk, n°23). All.: Giuliano Tiberi.

REAL GRISIGNANO: Sofia Miola (gk-n°1), Monica Prosdocimi (n°3), Lorena Turetta (n°4), Maria Pia Passeggio (n°5), Lisa Semolini (n°6), Corinne Casati (n°7), Marta Parise (n°8), Beatrice Rettore (n°9), Manuela Nicoli (K-n°10), Laura Penello (gk, n°12). All.: Adriano Turcato.       

Arbitri: Lorenzo Metrangolo (Pescara), Gianluca Rutolo (Chieti).  

Cronoman: Roberto Acella (Macerata).

Reti: 15’26” s.t. [0-1] Manuela Nicoli (RG), 16’02” s.t. [0-2] Manuela Nicoli (RG).

 

 

PAOLO TAMBURRINI