L’Opificio 4.0 CMB Matera attende il Petrarca, Nitti: “Faremo di tutto per conquistare i tre punti”

L’Opificio 4.0 CMB Matera attende il Petrarca, Nitti: “Faremo di tutto per conquistare i tre punti”

A distanza di una settimana dalla bella vittoria esterna sul campo dell’Eboli, l’Opificio 4.0 CMB Matera torna in campo. L’undicesima giornata di campionato ha in programma la sfida al vertice con la prima della classe, i biancazzurri di mister Nitti affronteranno la capolista Padova, imbattuta fino a questo momento e prima con trenta punti in classifica e con il record di dieci vittorie consecutive. I precedenti parlano di due pareggi (a Matera e a Padova rispettivamente nel campionato 2020/21 e 2019/20 in diretta su Rai Sport), una vittoria del CMB al PalaSaponara nella prima stagione di Serie A e una vittoria del Padova per 4-3 nella scorsa stagione. La presentazione del match con le parole di mister Lorenzo Nitti:

“La gara contro Eboli ha dimostrato il carattere di questa squadra, abbiamo imparato dagli errori contro il Polistena e messo in campo la giusta cattiveria per passare in vantaggio, riprenderla e infine vincerla. Il CMB sta facendo un percorso che passa non solo dai risultati ma soprattutto dalle prestazioni del gruppo. Le sconfitte ci possono essere ma non bisogna preoccuparsi nei momenti negativi se da questi passi falsi si impara per migliorare e per non commetterne altri e venerdì scorso è stata la prova. Oggi, non guardiamo la classifica, è in corso un campionato molto equilibrato ma sappiamo anche che venerdì arriva una squadra fortissima, si tratta di un gruppo solido che ha già dimostrato tanto lo scorso anno e con ottimi acquisti nel mercato estivo ha migliorato ancora di più la sua rosa.

Sappiamo i valori del nostro gruppo ma sappiamo anche che è un momento complesso, non sarà del match Santiago Basile con in dubbio Weber e Leitao. Venerdì vedremo sicuramente una partita bellissima dove il CMB farà di tutto per conquistare i tre punti. In questo momento non bisogna guardare la classifica; sinceramente sono molto contento del lavoro dei ragazzi perché sono tutti dei professionisti incredibili, si sono messi a disposizione dal primo giorno di allenamento. Quello che conta di più oggi è continuare a dimostrare e stupire. Vorrei precisare la problematica del campo casalingo, stiamo praticamente giocando lontano da casa e un grande grazie va alla società che davanti a mille difficoltà va avanti, nonostante i tanti problemi e al netto di tutte queste problematiche non posso che ringraziare i ragazzi per il lavoro e la passione che ogni giorno ci mettono”.