L’Olimpus scivola in Alto Adige: la squadra di Ranieri ko a Merano

L’Olimpus scivola in Alto Adige: la squadra di Ranieri ko a Merano

Era importante fare bene e l’Olimpus ce l’ha messa davvero tutta. Nella prima frazione di gioco la formazione di Ranieri, andata inizialmente in vantaggio, ha creato molto gioco e messo in difficoltà più volte gli avversari. Nella ripresa, il Bubi Merano si è portato in vantaggio su una punizione concessa generosamente dal direttore; il tiro piazzato porta al vantaggio dei padroni di casa che, poi, sono bravi a gestire al meglio la gara. Partita che termina 4-2 per la formazione altoatesina. Le reti dell’Olimpus sono state siglate da Leonardo Del Ferraro ed Osni Garcia. A fine gara, Renato Serafini, Vicepresidente del club blues, riassume così la partita: “Primo tempo molto equilibrato. Subito dopo i goal, ci sono state azioni da una parte e dall’altra, con interventi importanti di entrambi i portieri. Noi siamo ripartiti bene nel secondo tempo; il portiere del Merano ha fatto due veri miracoli su nostre conclusioni”. Si arriva così all’episodio chiave che cambia la gara: “L’arbitro ha generosamente concesso ai nostri avversari una punizione dal limite che sia noi dirigenti dell’Olimpus sia i colleghi della formazione di casa abbiamo guardato con stupore: da quella punizione è arrivato il 3-2 per Merano. Al 9′ abbiamo concesso uno spazio importante ai nostri avversari che hanno siglato il goal del 4-2. Non ci sono più state grandi occasioni, ogni schema è saltato. A 5’40” abbiamo schierato il portiere movimento. Prima del fischio finale ci sono state due occasioni per parte”. L’Olimpus ha creato tanto ma non ha ottimizzato i propri sforzi. “Non è una questione di mentalità – spiega il Vicepresidente – dobbiamo sicuramente sfruttare maggiormente le occasioni che si presentano. Essere più cinici dalla trequarti avversaria in avanti. L’errore difensivo ci può stare ma noi dobbiamo mettere a segno almeno la metà delle occasioni che creiamo.

UN ALTRO DERBY – La prossima sarà in casa contro una formazione che l’Olimpus conosce molto bene: Anni Nuovi Ciampino. Che gara ti aspetti? “E’ comunque un derby e, proprio per questo, è un terno all’otto. Ci sono sempre state grandissime partite tra Olimpus e Ciampino. Sicuramente ci sarà grande spettacolo”.

Ufficio Stampa

OTTAVIANICOMUNICAZIONE