Live Match

L’Olimpus non conosce freni: otto gol al Kick Off, la squadra di D’Orto in semifinale

L’Olimpus non conosce freni: otto gol al Kick Off, la squadra di D’Orto in semifinale

L’Olimpus Roma non si ferma. Al PalaGems dilaga su una buona Kick Off e strappa il pass per la semifinale dei Play Off che giocherà, con la consueta formula del doppio appuntamento, contro il Sinnai; gara di andata in Sardegna, ritorno a Roma. Dopo la vittoria per 2-3 a Milano, nella Capitale lo scontro tra l’Olimpus Roma e le All Blacks finisce 8-1 a favore della formazione di Daniele D’Orto che, dopo aver chiuso la prima frazione di gioco per 3-1, ha dilagato nella ripresa.

La gara. Nei primi minuti le due formazioni non si scoprono eccessivamente. La prima vera conclusione arriva solo a 10’51” con Vieira che, da posizione favorevole, calcia all’angolo alto ma Giustiniani con un vero miracolo devia fuori. Passano due minuti e Lucileia va al tiro impegnando Dibiase alla deviazione. Al 14′ l’Olimpus passa in vantaggio: azione sulla destra del capitano blues che mette al centro, la palla sfugge al controllo delle giocatrici della Kick Off, e arriva a centro area dove c’è pronta Giulia Lisi che in scivolata porta avanti l’Olimpus (1-0). Dopo tre minuti altra bella azione della formazione di casa con Da Rocha che serve Siclari, Dibiase devia fuori. 18’20” arriva il raddoppio, con un colpo da biliardo di Da Rocha che da posizione centrale indovina il corridoio giusto per andare a segno (2-0). Dopo 34”, contropiede della Kick Off e palla che, dopo una conclusione di Vieira respinta da Giustiniani, finisce a Belli che, a due passi dalla parta, calcia a rete: l’estremo difensore dell’Olimpus respinge ancora ma Belli è ancora lì e, sulla ribattuta, fa centro (2-1). La formazione di casa è in palla e, dopo allena 12”, va ancora a rete: Lucileia avanza e serve a destra Taty che non fa sconti e cala il tris (3-1). Nella ripresa l’Olimpus entra in campo con energie nuove e, già nei primi minuti, sfiora il raddoppio in più occasioni, colpendo anche un palo con Taty. Il poker arriva però solo al 4′ quando, proprio la giocatrice brasiliana, trasforma un calcio di rigore concesso per un intervento di Belli su Cortes giudicato falloso dal direttore di gara (4-1). La Kick Off schiera il portiere di movimento, tattica che non sortisce gli effetti sperati. Dopo una traversa centrata da Lucileia, l’Olimpus va ancora a segno: il capitano della formazione romana lancia a rete Cortes che non sbaglia e porta la gara sul 5-1. Pochi istanti dopo, Cortes invita Soldevilla ad avanzare e la serve con un pallonetto, la spagnola segue il passaggio e calcia a rete di prima intenzione la palla del 6-1. Si arriva così al 12′ con Gayardo che serve in lungo linea Da Rocha che, a tu per tu con l’estremo difensore della Kick Off, non sbaglia (7-1). Quattro minuti dopo, arriva la rete sulla quale si conclude definitivamente una gara mai stata in bilico: l’Olimpus Roma parte in contropiede in superiorità numerica (tre contro uno), Gayardo chiude il triangolo in area con Da Rocha e realizza (8-1). La formazione di Daniele D’Orto supera la Kick Off nel doppio confronto e si prepara, già da ora, per il prossimo, importante capitolo di questa competizione, il doppio confronto con il Sinnai. Prima la trasferta in Sardegna, poi la gara di ritorno a Roma: queste le tappe della semifinale scudetto.

Ufficio Stampa

OTTAVIANICOMUNICAZIONE