L’Italfutsal infila la seconda: a Prato è 7-4 alla Finlandia

L’Italfutsal infila la seconda: a Prato è 7-4 alla Finlandia

Nella seconda gara di Qualificazione a Euro 2022, gli Azzurri affrontano la Finlandia, giustiziera dell’Italia nella Qualificazione Mondiale dello scorso anno.

LA PARTITA Pronti via subito emozioni al Palazzetto dello Sport di Prato, dopo appena 4′ il punteggio cambia due volte. All’alba del quarto minuto, infatti, Nicolodi porta avanti l’Italia con un lesto tap-in su una corta risposta di Savolainen; neanche quaranta secondi più tardi Jyrkiainen pareggia liberandosi della marcatura di Dudu trovando il sette alla sinistra di Molitierno. Gli Azzurri si catapultano in avanti collezionando palle goal a ripetizione: Savolainen è miracoloso sui tiri di Motta, Gui e Merlim. La rete è nell’aria e al decimo Murilo spara un incredibile sinistro volante che si spegne alle spalle dell’immobile portiere finnico. A 7′ dall’intervallo un contrasto in area di rigore manda al tappeto Molitierno, costretto a lasciare i pali: al suo posto Mammarella, non al meglio alla vigilia. Nel finale di tempo altri due sussulti: Junno trova il 2-2 con una gran botta su calcio di punizione, ma 50” più tardi Nicolodi fa doppietta riportando avanti l’Italia. Con il 3-2 Azzurro si va al riposo.

SECONDO TEMPO L’avvio della ripresa sembra mettere tutto in discesa: al quarto Musumeci, ben servito da Merlim batte l’uscita di Savolainen con la rete del 4-2. Ma la Finlandia, squadra quadrata che gioca senza pressioni, rimonta e pareggia: nel giro di 20” prima Gronholm, poi Kunnas trovano la via del 4-4. Bellarte corre ai ripari, chiama subito time-out e placa il momento difficile. L’uscita Azzurra dal minuto di sospensione è perfetta: prima Marcelinho direttamente da punizione, poi Gui con un’azione insistita riportano sul +2 l’Italia che va avanti 6-4 poco prima di metà secondo tempo. A meno di 5′ dalla fine Martic si gioca la carta del portiere di movimento ma, nonostante questo, è l’Italia ad andare a segno: rilancio portentoso di Mammarella e spizzata di testa di Dudu che approfitta della porta vuota per segnare il definitivo 7-4.

Gli Azzurri portano così a casa la seconda vittoria consecutiva nel cammino di qualificazione a Euro ’22. Bellarte a fine gara commenta così il successo ai microfoni di Raisport: “Incassato il 4-4 c’è stata una reazione importante, specialmente ai fini del processo di crescita che abbiamo intrapreso. I giovani in campo? Credo che in Azzurro ci siano giocatori che non abbia bisogno di anni in più per dimostrare la propria personalità. Il nostro è un percorso lungo, abbiamo bisogno di tanti giocatori che rientrino in questo gruppo e diventino la base per far sì che in futuro si possa competere per grandi risultati”.

ITALIA-FINLANDIA 7-4 (3-2 p.t.)

ITALIA: Molitierno, Murilo, Musumeci, Merlim, Marcelinho, Mammarella, Nicolodi, Esposito, Cesaroni, Dudu, Achilli, Gui, Arillo, Motta. Ct. Bellarte

FINLANDIA: Savolainen, Korsunov, Kytola, Lintula, Korpela, Kangas, Intala, Vanha, Gronholm, Junno, Jyrkiainen, Nystrom, Poylio, Kunnas. Ct. Martic

MARCATORI: 3’19” p.t. Nicolodi (I), 4′ Jyrkiainen (F), 10’15” Murilo (I), 18’17” Junno (F), 19’07” Nicolodi (I), 3’56” s.t. Musumeci (I), 4’37” Gronholm (F), 4’58” Kunnas (F), 6’21” Marcelinho (I), 8’14” Gui (I), 17’50” Dudu (I)

AMMONITI: Marcelinho (I), Korsunov (F), Junno (F)

ARBITRI: Eduardo Fernandes Coelho (POR), Miguel Castilho (POR), Nicola Manzione (ITA), CRONO:
Riccardo Davì (ITA)

Il calendario del Gruppo 7 di qualificazione

28 gennaio: Montenegro-ITALIA 0-3
28 gennaio: Belgio-Finlandia 3-3
2 febbraio: ITALIA-Finlandia 7-4
2 febbraio: Belgio-Montenegro
4 marzo: Montenegro-Belgio
5 marzo: Finlandia-Italia
8 marzo: Finlandia-Montenegro
9 marzo: Italia-Belgio
8 aprile: Belgio-Italia
9 aprile: Montenegro-Finlandia
13 aprile: Finlandia-Belgio
13 aprile: Italia-Montenegro