L’Italcave Real Statte cade in trasferta: la Woman Napoli vince 6-4

L’Italcave Real Statte cade in trasferta: la Woman Napoli vince 6-4

Torna senza punti e con una prestazione non trascendentale  l’Italcave Real Statte che cade per 6-4 contro il Napoli. Una partita strana quella giocata a Marigliano, in cui accade veramente di tutto. Nella prima parte di gara uno Statte non concentrato lascia spazio alle avversarie. Inoltre sul risultato influiscono alcune decisioni apparse affrettate. Un rigore in favore del Napoli e l’espulsione di Mansueto che porta in dote 2 gol alle napoletane, situazione simile a distanza di qualche settimana dopo il match contro la Lazio dove le biancazzurre laziali hanno subito due rigori, una espulsione e alcuni episodi arbitrali discutibilissimi. Tutto ciò incide anche sulla prestazione dell’Italcave Real Statte: tanti errori tecnico-tattici e sulla concentrazione che portano a disputare una gara sicuramente non trascendentale. Sul finale espulsa anche Violi. Adesso c’è da concentrarsi per la gara di mercoledì, in casa, contro l’Arcadia Bisceglie, che chiuderà l’anno solare.

L’Italcave inizia con Margarito, Lioba Bazan, Gutierrez. Martin e Exana. Risponde il Napoli con Macchia, Queiroz, Giannoccoli, Pinheiro e Pugliese.

Partono bene le ioniche che con Gutierrez hanno la prima occasione, tiro in diagonale parato di piede da Macchia. Risposa partenopea con Giannoccoli che, in piena area, per due volte impegna Margarito in una doppia respinta. Capovolgimento di fronte e sulla fascia sinistra scende Martin, arriva all’interno dell’area di rigore e colpisce il palo alla destra di Macchia. Ma è botta e risposta con Giannoccoli che riesce a beffare Margarito in uscita. Palla a centrocampo e Lioba Bazan si inserisce sul secondo palo e riesce a sfruttare un cross basso proveniente da sinistra. Ancora ripresa delle ostilità e su un tiro respinto da Margarito, arriva Queiroz che sfrutta la respinta dell’estremo difensore per infilare il 2-1. Ma è ancora il Napoli a segnare con Giannoccoli: rimessa laterale dalla destra e tiro di prima intenzione della giocatrice azzurra che insacca. E’ un momento difficile, col Napoli che trova anche un rigore molto dubbio su scivolata di Gomez. Sul dischetto Queiroz tira sulla parte interna della traversa e insacca. Serve la scossa che arriva con Mansueto a un minuto dall’intervallo direttamente su calcio di punizione, sfera che si insacca sotto la traversa. Sembra essere il momento ideale per colpire nuovamente ma arriva l’espulsione di Mansueto per doppio giallo, ai primi due falli della giocatrice stattese ed apparsa molto affrettata. Bisogna giocare, così, due minuti effettivi in inferiorità numerica e così Giannoccoli trova ancora la via del gol con cui si chiude la prima frazione di gioco.

Nella ripresa ponti via e Pinheiro in scivolata segna il sesto gol. Ma gli schemi saltano e allora Exana, un minuto più tardi, in transizione, accorcia le distanze.  Statte che ci prova, a tratti sfortunato, ma che non riesce mai a dare una versa svolta alla gara: Guti, in diagonale, esalta Macchia che salva miracolosamente la propria porta. Azione a seguire e Guti sfiora il palo ancora con un velenoso diagonale. L’Italcave aumenta la pressione: Guti e Quarta arrivano a un passo dal gol, Macchia salva sulla linea. Poi Exana ci prova, palla che sfiora il palo. Marzella le prova tutte inserendo Lioba Bazan portiere di movimento. Violi, sul secondo palo, in scivolata non trova il gol per centimetri. Finale di marca ionica: cross di Gutierrez dalla destra, Quarta da pochi passi alza sopra la traversa. Ancora Gutierrez ci prova di potenza da fuori, palla deviata in corner. Azione seguente, la sfera giunge sulla destra a Violi il cui tiro si stampa sul palo. A 3 minuti dalla fine finalmente la rete si gonfia: cross dalla sinistra di Quarta e Guti insacca. Finale in cui le ioniche arrivano al sesto fallo. Su tiro libero Violi viene anche espulsa per doppia ammonizione, la seconda di giornata e il match finisce così. Una sconfitta che però deve essere subito archiviata perché le ioniche avranno mercoledì il derby valevole come recupero della tredicesima giornata.

Questo il pensiero del tecnico, Tony Marzella, al termine del match. “Sapevamo che questo è un campo difficile, in tutti i sensi. Ma abbiamo anche noi contribuito a un arbitraggio non del tutto positivo. Non siamo state all’altezza, potevamo fare molto meglio in fase realizzativa e difensiva ma, purtroppo, non siamo entrate completamente in partita. Non c’è stato l’approccio giusto e interpretato nel migliore dei modi la gara. È stata una dei nostri più brutti match, oggettivamente. Adesso pensiamo a trovare i 3 punti col Bisceglie e chiudere così il 2016”.

TABELLINO

WOMAN NAPOLI-ITALCAVE REAL STATTE 6-4 (primo tempo 5-2)

MARCARICI: pt 9′ 20” Giannoccoli, 9′ 25” Lioba Bazan, 9’40” Queiroz, 11′ 43” Giannoccoli, 16′ 04” Quiroz (rig.),  18′ 00” Mansueto, 19′ 30” Giannoccoli; st 14” Pinheiro, 1′ 15” Exana, 17′ 00” Gutierrez

WOMAN NAPOLI: Macchia, Giannoccoli, Queiroz, Pinheiro, Pugliese, Mendolia, Cozzolino, Cipolletta. All. Tramontana

ITALCAVE REAL STATTE: Margarito, Antonacci; Russo, Gutierrez, Mazzaro, Gomez, Martin, Exana, Lioba Bazan, Violi, Quarta, Mansueto. All Marzella

ARBITRO: Francese (Battipaglia), Raimondi (Battipaglia) CRONO: Crocifoglio (Napoli)

ESPULSE: Mansueto e Violi per doppia ammonizione

AMMONITE: Gomez, Pugliese

 

MERCOLEDI ALLE 19 AL CURTIVECCHI COL BISCEGLIE LA FESTA NATALIZIA

L’intero incasso della partita e della lotteria che porterà alla vincita di tanti gadget dell’Italcave Real Statte sarà devoluto all’associazione Vivere Betlemme che si occupa della costruzione dei presepi nella parte di più antica costruzione della cittadina stattese.

Francesco Friuli (Responsabile Comunicazione Italcave Real Statte)
A. Caramia – A. M. Crescenzi