Live Match

L’ex Alex beffa il Napoli a 20” dalla fine, derby alla Sandro Abate. Basile: “Peccato, ma doveva capitare prima o poi’

L’ex Alex beffa il Napoli a 20” dalla fine, derby alla Sandro Abate. Basile: “Peccato, ma doveva capitare prima o poi’

Un derby spettacolare si chiude con una sconfitta per il Napoli Futsal. Non accadeva in campionato dal 13 novembre sul campo dell’Olimpus Roma e dopo ben sedici risultati utili consecutivi. Finisce 3-4 per la Sandro Abate a Cercola: subito Fernandinho a portare avanti i ragazzi di Basile, la staffilata di Dalcin a sancire l’1-1 della prima frazione. Nella ripresa doppio botta e risposta, a Fortino replica Alex e successivamente è di Danicic il 3-3 conseguente alla doppietta di Robocop. La carta del portiere di movimento per vincerla non giova ai partenopei, lo spagnolo ex di turno a 19’40” con la porta sguarnita si inventa la sforbiciata decisiva. Negli istanti finali Turmena prima va a centimetri dal 4-4 e poi calciando da centrocampo centra la traversa. Azzurri sempre secondi a -5 però dall’Italservice Pesaro, vittorioso con il Pescara, ed a +1 sul Syn Bios Petrarca che è atteso in serata dal Real San Giuseppe a Nocera Inferiore.

PRIMO TEMPO – Nemmeno il tempo di cominciare che a 2’10” la palla al bacio di Perugino per Fernandinho è vincente, tocco sotto ed 1-0. L’altro capitano, Abate, prova a replicare con il tacco. La giocata di Danicic si infrange sul legno esterno, doppia chance per Turmena. Alex spara alto non approfittando di un errore partenopeo in uscita, l’asse Fernandinho-Fortino a due passi dalla porta non premia. La spaccata di Perez a dire di no a Grasso. Ugherani la scucchiaia per Richar, il colombiano si libera ma prende il montante. Il preludio al pari: break irpino, la rasoiata di Dalcin a 18’59” si infila all’angolino. Sulla sirena dell’intervallo Robocop manca l’appuntamento con il goal da metri zero, è 1-1 con le compagini negli spogliatoi.

SECONDO TEMPO – La discesa di Coelho consente al bomber degli azzurri di riscattare immediatamente lo sbaglio e siglare il 2-1 dopo 2’50” della seconda frazione. Ganho-Fortino-Fernandinho, ma la sfera è oltre la traversa. Fuori misura la botta di De Simone, ma è un’ingenuità del Diez a spalancare la porta ad Alex per il 2-2 (6’30”). Il pallonetto dello spagnolo, in un nuovo tentativo della Sandro Abate, sbatte su Ganho. Perez, dall’altra parte, reattivo sul solito Robocop. Il pivot subito dopo coglie il palo interno. Pericolosi Grasso e per due volte Arillo, a 16’23” la discesa del Carucha apre la combinazione con lo scugnizzo numero 9 e l’eterno Fortino che fa 3-2 e 32 realizzazioni in campionato. Immediato pareggio ospite: doppia occasione per Danicic, servito da corner, e la seconda è quella buona. L’autore del 3-3 prima impatta male, ritrovatosi lì il pallone lo infila alle spalle dell’estremo difensore di Basile. Lo stesso Ganho vola sull’iniziativa di Richar e fa altrettanto sulla bellissima volée di Dalcin. Il tecnico di Martina Franca vuole mettere tre punti in tasca e schiera Arillo power play, ma sul tiro di Turmena ribattuto è sempre l’ex di turno Alex ad inventarsi la sforbiciata del definitivo 3-4 a 20″ dal triplice fischio. Il laterale numero 17 del Napoli prima non trova la zampata giusta sul secondo palo, poi da centrocampo spacca la traversa. Non basta lo sforzo al fotofinish ad un grande Napoli, beffa alla fine di un derby ricco di emozioni.

“Abbiamo anche condotto bene la sfida – dice mister Basile. – La stavamo vincendo e la loro rete del 3-3 è stata molto rocambolesca. Di un punto ce ne facevamo poco, così come potevamo segnare noi allo stesso modo Alex è stato bravissimo. Vogliamo fare quanto più possibile fino al termine della regular season, era impensabile concludere senza sconfitte”.