Letizia Lauri studia da grande: “Alla Kick Off c’è il vero spirito di squadra”

Letizia Lauri studia da grande: “Alla Kick Off c’è il vero spirito di squadra”

17 anni e tanta voglia di imparare. Quando Letizia Lauri non è sui banchi di scuola, si impegna con gli stessi ottimi risultati per diventare una campionessa di futsal. E infatti sta bruciando le tappe: 8 anni di calcio a 11 nel Grand-Paris – “una squadra in cui compagni mi hanno trattata come una sorella minore e i mister mi hanno cresciuta con affetto” – poi il passaggio all’Aosta calcio a 5, dove Letizia è sbocciata come giocatrice. “E’ grazie a questo club se ho partecipato alla rappresentativa regionale, ma l’esperienza più emozionante è arrivata con la chiamata nella Nazionale Under 17 per il torneo di Oliveira De Azemeis, in Portogallo: per la prima volta ho avuto la possibilità di confrontarmi con un contesto internazionale e ho potuto vedere quanto gli altri paesi siano avanti rispetto a noi dal punto di vista della formazione giovanile”.

Lei, intanto, le ossa se le sta facendo alla Kick Off, nel massimo campionato di futsal rosa: la Serie A d’elite. L’esordio è arrivato già alla prima giornata contro la Thienese. “Qualche giorno prima ero scesa in campo in Spagna contro l’Alicante, ma ero comunque molto tesa: in pochissimo tempo sono passata dai campetti di Aosta (dove vive, n.d.c.) al campionato nazionale, c’è una bella differenza”.

Per ambientarsi, comunque, la piccola bianconera ci ha messo pochissimo.

“Durante gli allenamenti rubo con gli occhi qualcosa da ognuna: c’è chi è più brava nell’uno contro uno, chi copre meglio la palla, e così via. A chi spero di assomigliare tra 10 anni? Per caratteristiche direi a Sofia Vieira, perché è una giocatrice precisa, che riesce a darti sempre la palla con i giri giusti ed è molto forte fisicamente, pur non essendo altissima”.

Tre gol per la portoghese nel ritorno contro la Thienese (11-4 il finale), per Letizia invece un ampio minutaggio e qualche bella accelerazione sulla fascia, una delle sue specialità.

“E’ stata una partita positiva, in cui siamo riuscite ad arrivare in porta più facilmente rispetto ad altre gare, anche se poi abbiamo subito gol evitabili. Io penso di essermela cavata abbastanza bene”.

La conferma arriva da mister Russo che la porterà con sé anche a Falconara, in una trasferta tutt’altro che agevole.

“Ogni partita ha una storia a sé, noi cerchiamo di dare il massimo domenica dopo domenica e – escluso qualche incidente di percorso – ci siamo sempre riuscite. E’ il primo anno che gioco a livelli così alti, però – chiude Lauri – credo che la Kick Off abbia un’identità che la rende unica: tante individualità, tutte al servizio del gioco di squadra. Su questo dobbiamo far leva per continuare a far bene”. Un piccolo talento che studia già da grande.

Ufficio Stampa