Live Match

Lacaita e Giliberto non bastano: Corim Città di Taranto sconfitta dall’Irpinia

Lacaita e Giliberto non bastano: Corim Città di Taranto sconfitta dall’Irpinia

La Corim non riesce a dar seguito alle 2 vittorie consecutive nelle precedenti giornate ed esce sconfitta per 2-4 in casa con l’Irpinia. Una sconfitta che lascia l’amaro in bocca perché a 20 secondi dalla fine il risultato era sul 2-2. Mister Liotino schiera dal primo minuto Cordaro, Sommese, Gaudio, Conserva e Calendi. Partita molto tirata e combattuta, con azioni e capovolgimenti di fronte. Bella l’azione a 9 minuti dalla fine, tra Conserva e Sommese, ma il pallone viene deviato dal portiere; la numero 2 si rende protagonista di un’altra triangolazione il minuto successivo, questa volta con il capitano Giliberto. A 7 minuti dalla fine sono le ospiti a passare in vantaggio su azione da calcio d’angolo. Dopo 2 minuti le rossoblu portano il risultato in parità con la numero 7 Lacaita. Ma l’Irpinia passa di nuovo in vantaggio e il primo tempo si chiude sul risultato di 1-2. Nel secondo tempo le spartane scendono in campo con Cordaro, Di Gioia, Sommese, Stante e Giliberto. Stesso copione della prima parte di gara: azioni da entrambe le parti e dopo 2 salvataggi di Conserva e Cordaro, mister Liotino inserisce il quinto uomo. La Corim inizia il pressing e trova il pareggio con un diagonale della numero 10 Giliberto. Le rossoblu aumentano il ritmo e rischiano più volte di passare in vantaggio ma senza concretizzare le opportunità davanti la porta. E come spesso accade, ad un gol sbagliato segue il gol subito: a 20 secondi dalla fine l’Irpinia trova il gol del 2-3. Le spartane cercano nuovamente il pareggio con il quinto uomo, ma le avversarie recuperano palla e siglano il definitivo 2-4. Nota di merito per Cordaro (che ha salvato in un paio di occasioni), Conserva e il muro Stante. Ora testa alla prossima partita: dopo la sosta per la Final Four, che si terranno al Palafiom il 22 e 23 febbraio, il primo marzo la Corim sarà ospite della Salernitana.