La Sportland torna a sorridere: 4-2 alla Torres

La Sportland torna a sorridere: 4-2 alla Torres

Nell’ottava giornata la Sportland Milano s’impone 4-2 sulla Torres e resta da sola al quarto posto, riducendo a un solo punto lo svantaggio dalla coppia al secondo posto formata da Noalese e Audace Verona. Tre punti conquistati con le unghie e i denti dalle milanesi, che negli ultimi 2’ sono riuscire a domare la strenua resistenza della Torres, segnando i due sospirati gol del break decisivo. Successo comunque più che meritato, considerati i 4 legni colpiti dalle milanesi e le tante occasioni sprecate. La Torres comunque, a dispetto dell’ultimo posto con 1 punti, si è dimostrata formazione di tutto rispetto, vendendo carissima la pelle. Prima della sfida del Pala Pertini di Cornaredo si è svolto il primo Trofeo Grenke, triangolare riservato ai Primi Calci 2011 di Cimiano, Club Milano e Polisportiva Corsico. Poi spazio alla sfida della serie A2 femminile, dove l’avvio era pirotecnico, con le sarde a bersaglio al 3’ grazie a una sanguinosa ripartenza in campo aperto avviata da Corrao e battezzata nella porta vuota da Puggioni. Lo 0-1 dava una scarica di adrenalina alla Sportland, che 1’ dopo replicava con tap-in vincente di Seveso a sporcare in rete una rasoiata da fuori area di De Oliveira. Passavano altri 2’ e Salmeri s’inventava il sorpasso milanese, mettendo il pallone sotto l’incrocio dei pali, la dove osano le Aquile. Il vantaggio metteva le ali alla Sportland, che provava a mettere il timbro notarile al match, ma la traversa negava la gioia del gol a Seveso, poi Civello e Pozzi non riuscivano a mettere il pallone nel sacco. Dopo aver sprecato molto sottoporta al 15’ le milanesi beccavano la seconda letale transizione e ancora Puggioni colpiva implacabilmente, firmando il 2-2. Nel finale di primo tempo le sarde si rendevano ancora pericolose,  ma Malgrati neutralizzava tutti i tentativi. Allo scadere Seveso stampava l’incrocio dei pali. Nella ripresa la Sportland provava in tutti i modi a riportarsi in vantaggio, ma colpiva ancora un legno e falliva con Pozzi e De Oliveira due chance per il 3-2. Al 16’punizione di Civello e quarto palo di giornata. E quando il pareggio sembrava scritto, ci pensava Crespi a far esplodere il Pala Pertini, segnando a 2’ dal termine il 3-2 con una sassata imprendibile. Sullo slancio ci pensava De Oliveira a mettere il punto esclamativo, firmando il definitivo 4-2. Ora per la Sportland ci sono due domeniche di riposo, perché si tornerà in campo domenica 23 dicembre, ospitando a Cornaredo l’altra sarda Jasnagora.