La Real Cornaredo pareggia ancora: è 4-4 contro la L84

L84 – Real Cornaredo 4-4 (2-1)

Reti: 3’ Caddeo (L), 8’ Spampinato (RC), 12’ Iovino (L), 2’ s.t. Scandaliato (RC), 9’ Borelli (L), 11’ Scandaliato (RC), 11’ De Lima (L), 19’ Spampinato (RC)

L84: Zamburlin, De Lima, Di Santo, Iovino, Borelli, Marchiori, Rosano, Perino, Cerbone, Adil, Caddeo, Di Ciommo. Allenatore: Barbieri

Real Cornaredo: Vavassori, Villa, Bonaccolta, Neamatalla, Scolari, Spampinato,  Fanfani, Scandaliato, Messineo, Casagrande, Demontis, Macchi. All. Renato Fracci

Arbitri: Stefano De Matteis (Mestre); Raffaele Buonocore (Castellammare di Stabia); cronometrista: Gaudenzio Raffaelli (Treviso)

Ammoniti: Adil, Caddeo, Casagrande

 

Secondo pareggio consecutivo per il Real Cornaredo, che nella penultima di andata torna con un punto dalla trasferta di Brandizzo sul campo della L84 seconda in classifica e reduce da cinque vittorie di fila. Pareggio da considerare positivo visto l’avversario affrontato e l’andamento della gara, ma complica le speranze di qualificazione alla Coppa Italia, visto il sesto posto attualmente occupato.

La squadra di mister Fracci, priva degli squalificati Nocera e Romanella, ha disputato una buona prova, soprattutto di carattere, riuscendo per quattro volte a replicare agli allunghi dei padroni di casa.

Il match si apre con una ghiotta opportunità al 2’ per Neamatalla, che ruba palla a metà campo, salta Zamburlin ma non riesce a calciare in porta. Un minuto dopo Caddeo sblocca il risultato, trafiggendo Macchi con un colpo di tacco sotto porta. All’8’ prima risposta del Cornaredo, con un piattone chirurgico di Spampinato, imbeccato da Demontis. Il copione del match non muta con i padroni di casa che fanno la partita e il Cornaredo che prova a pungere di rimessa. Al 12’ Iovino firma il 2-1 con un “copia incolla” del primo gol, deviando da due passi un diagonale di Adil. Poco dopo palo esterno scheggiato da Perino, solo in mezzo all’area. Nel finale di primo tempo Zamburlin mura la doppia conclusione ravvicinata di Scandaliato e Casagrande.

La ripresa si apre con il 2-2 al 22’ di Scandaliato, che ruba palla a metà campo, poi salta Zamburlin in uscita e deposita il pallone nella porta sguarnita. L’equilibrio dura 7’ perché Borelli anticipa Macchi in uscita e porta per la terza volta avanti la L84. Passano 2’ e Scandaliato concede il bis per il 3-3, sfondando la rete con una puntata a fil di palo. Stavolta il pareggio dura solo 15 secondi, perché De Lima timbra il 4-3. A 2’ dal termine mister Fracci schiera Casagrande come quinto attaccante. La mossa da i suoi frutti a 54 secondi dal termine, con il tap-in del definitivo 4-4 di Spampinato, autore pure lui di una doppietta.

Sabato 17 ultima di andata e del 2016, con il Real Cornaredo costretto (per l’indisponibilità del proprio palazzetto) a emigrare a Merate per affrontare in casa a Merate il Città di Sestu, secondo in classifica insieme alla L84.

(Rinaldo Badini, ufficio stampa Real Cornaredo)