La Meta può sognare: sei gol alla Salinis, la squadra di Samperi è al terzo posto

La Meta può sognare: sei gol alla Salinis, la squadra di Samperi è al terzo posto

Un vecchio film, da oscar, “Al di là dei sogni” immortalava un Robin Williams che colorava l’orizzonte ad un semplice tocco. Lo stesso tocco di magia che oggi pomeriggio, un capitano, Carmelo Musumeci ha ipnotizzato e colorato di gioia il Polivalente regalando l’ennesima super prestazione della Meta C5. Salinis battuto in lungo e in largo, tra sofferenza e passione, ma con una prestazione superba di tutta la squadra puntese oggi prepotentemente al terzo posto della serie A2.

Un recupero che porta la Meta C5 “Al di là dei sogni” ma davanti ad una grande realtà chiamata playoff. 6-3 il punteggio finale dopo come dicevamo una partita pazzesca, intensa e ricca di emozioni. Gara tatticamente ben giocata da entrambe le formazioni con una Salinis sempre in palla e vivace. La Meta però ha avuto pazienza, sapendo applicare un ottimo futsal, sprecando anche tanto nel primo tempo soprattutto nei primi dieci minuti con tre pali firmati Musumeci, Messina e Kapa. Salinis pressava sempre alto e riusciva in due occasioni ad impensierire un però sempre pronto Tornatore. Lo show di Musumeci però cominciava al minuto 10 con una fuga spettacolare, avversari seminati e fallo al limite per fermare la furia del numero 22 della Meta. Sul susseguente calcio piazzato la botta perfetta del capitano a siglare il primo vantaggio.

Salinis non ci stava ed usciva fuori dal guscio, ma apriva strade importanti alle ripartenze della Meta. Musumeci e Schacker sfioravano il raddoppio, stesso discorso per Vega prima del palo di Castrogiovanni che graziava Tornatore. Ad un minuto dalla fine Musumeci si impadroniva del pallone e cominciava uno slalom straordinario degno del miglior Alberto Tomba, avversari come paletti tranne La Rocca il portiere che con un brutto fallo stendeva in area il capitano puntese. Rigore ed ammonizione per l’estremo della Salinis, con Schacker che dal dischetto chiudeva i giochi della prima frazione infilando il 2-0.

Ad inizio ripresa la reazione della Salinis che non mollava la presa e riusciva, sfruttando una flessione della Meta C5, a piazzare un uno-due con Rondo che regalava il pareggio nei primi cinque minuti di gara. Questo scuoteva la Meta che reagiva subito: Musumeci, Messina e Schacker nella stessa azione impegnavano i riflessi di La Rocca, prima del minuto perfetto, l’ottavo, dove con una giocata superba Musumeci consegnava sul piede del sempre pronto Scheleski il pallone del nuovo vantaggio. La Meta non mollava la presa e come un vorace predatore piazzava il secondo morso quello letale ancora con Musumeci, contropiede perfetto a tu per tu col portiere e pallone nel set. La Salinis ci provava fino alla fine, pressava e provava a sfruttare il portiere di movimento, ma il muro Meta con uno spiderman Tornatore reggeva. A due minuti dalla fine la pizzicata perfetta del perfetto Kapa che da lontano e a porta sguarnita metteva dentro il 5-2. Secondi decisivi e finali con Rondon ancora in rete e ancora Kapa sul capovolgimento di fronte a piazzare il 6-3 per il gioco, partita e incontro in favore della Meta. I numeri parlano chiaro, un recupero perfetto e vittoria che consegna un terzo posto da brividi d’entusiasmo per la matricola terribile Meta. Adesso applicazione e voglia fino alla fine, solo tre gare, per realizzare e andare oltre i sogni ma verso la realtà Playoff.

Di seguito il tabellino della gara

META-SALINIS 6-3 (2-0 p.t.)

META: Tornatore, Schacker, Kapa, Vega, C. Musumeci, Messina, Ficili, Toledo, Scheleski, G. Musumeci, La Rosa, Coco. All. Samperi

SALINIS: La Rocca, Galan, Castrogiovanni, Dentini, Nardacchione, Termine, Rondon, Riondino, Dambra, C. Angiulli, D. Angiulli. All. Lodispoto

MARCATORI: 11′ p.t. Musumeci (M), 19′ rig. Schacker (M), 4′ e 7′ s.t. Rondon (S), 8′ Scheleski (M), 9′ C. Musumeci (M), 19′ Kapa (M), 19’30” Rondon (S), 19’45” Kapa (M)

AMMONITI: La Rocca (S), Schacker (M), Nardacchione (M)

ARBITRI: Andrea Loria (Roma 1), Davide Fardelli (Cassino) CRONO: Francesco Paolo Buscemi (Enna)

Attilio Scuderi
Ufficio Stampa Meta C5