La Meta non smette di sognare: tre gol dei siciliani al Cristian Barletta

La Meta non smette di sognare: tre gol dei siciliani al Cristian Barletta

La Meta C5 non smette di sognare e continua la sua cavalcata verso la conquista dei playoff. Terza vittoria consecutiva per gli uomini di Samperi che anche senza Schacker hanno avuto la meglio di un Barletta mai domo e tosto. 3-1 il punteggio finale dopo una gara dal primo tempo bloccato ed una ripresa invece vissuta colpo s colpo, nervosismo compreso.

Samperi, come dicevamo, doveva fare a meno di Schacker barometro della formazione puntese e si affidava nei cambi e nel minutaggio al giovane La Rosa con Ficili in panca ma limitato da noie muscolari. Il tema della gara nel primo tempo è presto detto: Meta in avanti tra possesso palla e conclusioni in porta e Barletta invece ben messa. Bassa, e in fase difensiva propositiva e pericolosa. L’uomo in più in casa pugliese però aveva il nome di Filò portiere brasiliano che risultava sublime e decisivo nel primo tempo. Kapa coglieva la traversa al minuto due, mentre al 4’ e al 7’ Vega e La Rosa trovavano l’opposizione del portiere del Barletta. Capacchione sfruttava due ripartenze e metteva i brividi alla Meta ma Tornatore e Vega sulla linea evitavano il peggio. Finale di prima frazione ancora con occasioni mancate o meglio bloccate da Filò prima su Kapa a tu per tu col portiere pugliese e poi su Vega e Scheleski nel finale.

Nella ripresa succedeva di tutto: la Meta C5 partiva forte e trovava subito il colpo di genio di Musumeci che su palla inattiva pescava l’isolato Scheleski che regalava il primo vantaggio. Barletta a questo usciva dal guscio e metteva pressioni ai padroni di casa: Tornatore si esaltava prima su Waltinho e poi sul rigore concesso dall’arbitro per un fallo con giallo dello stesso portiere della Meta. Dal dischetto Tornatore trovava l’angolo e parava il penalty di Garrote. Emozioni a non finire, prima della ripartenza di Musumeci che trovava il fallo al limite del portiere Filò. Per l’arbitro era rosso diretto che scatenava le proteste veementi di Barletta ed a farne le spese era Capacchione anche lui espulso. Al minuto otto la Meta C5 sfruttava il doppio rosso e il vantaggio numerico sfruttando il giro palla e la rete del 2-0 di Vega che batteva l’appena entrato Capuano. Gara finita? No, perché Barletta non mollava, serrava i ranghi e sfruttava un uscita di Tornatore scomposta: per l’arbitro era secondo giallo ed espulsione per l’estremo della Meta. Entrava Andrea Coco che risulterà il grande protagonista del pomeriggio.

Sul 2-0 Barletta trovava il quinto fallo Meta e con Garrote riapriva la gara 2-1. Minuti concitati con ribaltoni di fronte e soprattutto belle parate di Capuano su Vega e Messina in contropiede e di Coco che chiudeva lo specchio a Waltinho e Garrote. Gara appesa ad un filo fino al minuto 18. Kapa lanciato a rete veniva anticipato dal portiere ma sullo slancio commetteva fallo dando vita al secondo libero per Barletta. Garrote aveva sul piede il 2-2 ma Coco si esaltava chiudendo i pali. Sul cambio di fronte l’azione perfetta di Vega che andava via sull’out destro, convergeva e con un colpo sotto perfetto mandava in visibilio il pubblico del Polivalente per il 3-1. I due minuti finali sono tutti per Coco che chiudeva in maniera sicura su Waltinho e ancora Garrote. Il triplice fischio finale è liberazione per la Meta ma soprattutto vittoria. Una vittoria sudata ma voluta e altrettanto meritata che lancia sempre più su il gruppo puntese allenato da Samperi oggi terzo in classifica e ad un passo dalla realtà chiamata playoff. Sabato ancora in casa arriverà la neo promossa Cisternino che oggi ha staccato il pass ufficiale per la serie A1 per un match che potrebbe regalare spettacolo e una festa di sport per una Meta sempre più grande protagonista di questa serie A2.

Di seguito il tabellino della gara

META-CRISTIAN BARLETTA 3-1 (0-0 p.t.)

META: Tornatore, Messina, Kapa, Musumeci, Vega, Silvestri, Ficili, Toledo, Scheleski, G. Musumeci, La Rosa, Coco. All. Samperi

BARLETTA: Filò, Capacchione, Garrote, Waltinho, Cristian, Capuano, Lamusta, Di Paola, Dell’Olio, Gabriel, Desantis. All. Dazzaro

MARCATORI: 1′ s.t. Scheleski (M), 8′ Vega (M), 11′ t.l. Garrote (B), 18’20” Vega (M)

AMMONITI: Tornatore (M), Messina (M)

ESPULSI: al 7′ s.t. Filò (B) e Capacchione (B), al 9′ s.t. Tornatore (M) per somma di ammonizioni

NOTE: al 4′ s.t. Garrote (B) si fa parare un rigore da Tornatore (M)

ARBITRI: Francesco Miranda (Castellammare di Stabia), Gianpiero Cafaro (Sala Consilina) CRONO: Francesco Paolo Buscemi (Enna)

Attilio Scuderi
Ufficio stampa Meta