La Meta Catania Bricocity dura solo un tempo, poi la rimonta della Came

La Meta Catania Bricocity dura solo un tempo, poi la rimonta della Came

Si ferma la serie utile della Meta Catania Bricocity e si ferma nel recupero della prima giornata di ritorno contro una Came Dosson venuta fuori nella ripresa sfruttando la stanchezza degli etnei. Ha sofferto stavolta le rotazioni limitate la formazione di Samperi con le gare ravvicinate che sicuramente hanno amplificato il rendimento di una Meta Catania Bricocity che fondamentalmente è durata solo un tempo.

Gara bloccata nei primi sette minuti di gara: Meta Catania Bricocity che riusciva a mettere la museruola ai tentativi offensivi della Came Dosson, mentre i rossazzurri riuscivano in tre occasioni ad imbastire ripartenze interessanti con Quintairos, Josiko e Kuraja purtroppo senza trovare lo scacco perfetto verso la porta. Gara intensa, aperta ad ogni risultato e con maniacale attenzione da parte dei due tecnici dal punto di vista tattico. Di necessità virtù, poi, la gestione delle risorse per Samperi che oltre alle assenze pesanti di Musumeci e Messina doveva rinunciare per squalifica all’argentino Baisel e recuperava in extremis Rossetti. La Meta Catania Bricocity però a metà primo tempo alzava i ritmi, velocizzava giro palla e sortite offensive e proprio il brasiliano Rossetti, ancora lui con tanto di fascia di capitano questa sera, a undici dalla fine consegnava il colpo perfetto, una carezza col destro educato con il pallone che si depositava in rete per il vantaggio etneo. La reazione della Came Dosson però era veemente e un minuto dopo Belsito riusciva a sorprendere tutti con una giocata perfetta pareggiando i conti. Partita elettrica, piena di occasioni e con la Meta Catania Bricocity che tornava nuovamente in vantaggio con una super azione in verticale di Josiko e il tocco sotto porta dell’argentino Quintairos al quinto centro stagionale. La formazione di Samperi non mollava la presa, limitava la Came Dosson e trovava ancora lo schema perfetto su palla inattiva sull’asse croato Suton-Kuraja con il primo gol in rossazzurro del neo arrivato.

Nella ripresa partenza robusta della Came Dosson che pressava nei primi minuti trovando anche la rete che riapriva i giochi ancora con Belsito che sorprendeva Dovara. I ragazzi di Samperi però non si scomponevano e ritornavano su ancora con il brasiliano Rossetti dal piede caldo che pescava il destro del 2-4. Per Rossetti dodicesimo centro stagionale. Match che alzava i toni con il passare dei minuti e Came Dosson che con il capitano Grippi riusciva a sfruttare una dormita difensiva per mettere alle spalle di Dovara il gol che riapriva la partita, 3-4. Stanca e sulle gambe la Meta Catania Bricocity soffriva e la mancanza di rotazioni fisiologiche per Samperi consegnava alla Came Dosson la possibilità di ritornare in partita. Un uno-due dei padroni di casa che ribaltavano la gara prima con Grippi lasciato tutto solo centralmente e poi con Giapa che ribaltava clamorosamente la partita con un parziale di 4-1 della ripresa. A quattro dalla fine Venancio sfiorava il meritato pareggio prima del filotto dei padroni di casa. Came Dosson che andava a nozze e piazzava un altro doppio colpo 6-4, 7-4 che chiudeva i giochi sul minimo tentativo dei rossazzurri. Il gol di Suton rendeva solo un po’ meno amaro il passivo per una sconfitta che purtroppo frena la serie utile della formazione etnea.