La Flaminia compie il sorpasso: battuta la Trilacum, la vetta è riconquistata

La Flaminia compie il sorpasso: battuta la Trilacum, la vetta è riconquistata

Operazione sorpasso compiuta per le ragazze di Alessandra Imbriani, che volano in testa alla classifica, in virtù del passo falso compiuto dalla Rambla, grazie all’incredibile vittoria maturata in extremis, a fil di sirena, sul campo della Trilacum in quel di Trento. La Flaminia conquista tre punti importantissimi dopo una gara dai mille volti, con le padrone di casa che probabilmente meritavano qualcosa in più nel conteggio delle occasioni create. Ma la determinazione e la voglia di continuare un percorso straordinario hanno portato le fanesi a spingersi oltre l’asticella del possibile, ottenendo il gol della vittoria – emblema di una stagione pazzesca – proprio allo scadere. Partita in discesa per le ospiti che passano con Maddalena Fatica a pochi minuti dal fischio d’inizio, poi la replica di Marina Bonito che raddoppia. Flaminia che però compie l’errore di rilassarsi sul doppio vantaggio, concedendo errori banali. La Trilacum approfitta del blackout fanese e riesce addirittura a ribaltare il punteggio, portandosi sul 3 a 2 prima del termine del primo tempo. La ripresa si apre nel segno di una vera e propria battaglia, dal punto di vista dell’agonismo messo in campo dai due quintetti, con occasioni da una parte e dall’altra. Un pizzico di fortuna premia le fanesi che agguantano il pari con un autogol, scaturito da un bel tiro di Claudia Giovanelli, respinto dal portiere sulle gambe di una sua compagna. La partita sembra avviarsi verso il risultato più giusto: il pareggio. L’unico scossone, prima dell’incredibile finale, lo regala addirittura una conclusione dell’estremo difensore fanese Susi Faccani, che su rinvio prova a beffare il portiere avversario, centrando però solo il palo. Quando la partita sta per volgere al termine, però, un guizzo di Claudia Giovanelli regala una rete che fa impazzire di gioia le compagne. Una vittoria che acquisisce importanza anche nel modo in cui è arrivata e nonostante le numerose assenze, tra cui Simona Borgogelli (a casa per impegni personali), Valentina falcioni e Francesca De Michele (out fisicamente ma comunque in panchina per supportare la squadra). Da segnalare, inoltre, anche l’infortunio capitato a gara in corso a Linda Letizi.