La Feldi cade di misura nel combattuto derby con il Sandro Abate

La Feldi cade di misura nel combattuto derby con il Sandro Abate

Continua la maledizione derby per la Feldi Eboli, che cade per 3-2 in una combattutissima sfida tutta campana contro la Sandro Abate Avellino. Una gara dai ritmi alti, grandi giocate e tra i protagonisti i due estremi difensori, con un finale ricco di polemiche che diverrà materia per la sezione arbitrale. La squadra di mister Riquer, nonostante la sconfitta, non esce per nulla ridimensionata dal confronto che è stato deciso da una prodezza di Nicolodi e dalle super parate di Thiago Perez. L’estremo irpino ha negato più volte la gioia alle volpi, che hanno prodotto il massimo sforzo possibile senza però riuscire a portare a casa punti in un derby.

DERBY INTENSO – I padroni di casa in campo con Perez, Crema, Fantecele, Bagatini e Nicolodi. La Feldi Eboli risponde con Dalcin, Romano, Luizinho, Grello e Patias. Partita piacevole e dal ritmo veloce, continui capovolgimenti di fronte con Sergio Romano e Bagatini che risultano i più pericolosi da una parte e dell’altra impegnando seriamente Thiago Perez e Dalcin. La Sandro Abate coglie anche un palo con Kakà prima di trovare il gol con Crema dopo una respinta corta di Dalcin, si sblocca il derby a metà primo tempo. La reazione Feldi Eboli c’è, ma sono ancora i lupi irpini a trovare il gol con una gran giocata di Nicolodi che salta un avversario e segna, con la complicità di uno sfortunato Dalcin. Il doppio svantaggio avrebbe potuto tramortire le volpi che invece continuano a macinare gioco ma trovano sulla loro strada un Thiago Perez in forma strepitosa.

PORTA STREGATA – Il secondo tempo si apre come il primo con protagonista ancora Sergio Romano che si ritrova a calciare più di una volta a botta sicura, ma è ancora un Perez insuperabile a dire di no al capitano delle volpi. Come nel più classico degli scenari solo un gol fortunoso può bucare un portiere in serata di grazia e quel gol arriva. Infatti è l’autogol di Bagatini, con un retropassaggio sfortunato, che batte Perez e riaprire il match. Reagisce la Sandro Abate che centra con Kakà il suo secondo palo di giornata ma che è solo il preludio a nuovo doppio vantaggio irpino grazie al grande gol di Nicolodi che segna il 3-1 dopo aver saltato Romano e fatto partire un sinistro imprendibile. Mister Riquèr decide dunque di schierare Patìas come portiere di movimento con l’italo-brasiliano che per poco non trova il gol centrando il palo in semi rovesciata. Thiago Perez si rende protagonista di altre parate importanti che tengono bloccato il risultato fino a 30 secondi dalla fine quando Luizinho riesce ad accorciare le distanze. Forcing finale che non produce il pareggio ma regala materiale da moviola per la sezione arbitrale viste le vibranti proteste della Feldi Eboli per due presunti rigori nel giro di pochi secondi. Il derby va ad Avellino, 3-2 Sandro Abate.

“DECISIVI I SINGOLI” – Al termine della gara il commento di mister Alberto Riquèr: “Primo tempo loro hanno fatto di più, mentre nel secondo tempo abbiamo preso la partita in mano e faccio i complimenti al loro portiere per le grandi parate che hanno salvato il risultato, poi nel nostro momento migliore è arrivato il loro 3-1 su una giocata individuale – spiega Riquer – credo quindi che i singoli abbiano fatto la differenza in una partita equilibrata e che potevano vincere entrambe le squadre”

La Feldi Eboli tornerà in campo sabato alle ore 17.15 sul campo del Saviatesta Mantova che si trova a tre punti di distanza dalle volpi ebolitane. Una gara importante che permetterebbe agli uomini di mister Alberto Riquèr di consolidare la posizione nella griglia playoff Scudetto.