La Block Stem Cisternino non conosce soste: cinquina in casa alla Salinis

La Block Stem Cisternino non conosce soste: cinquina in casa alla Salinis

Non era semplice e in fondo non lo è stato. La Block Stem ha battuto per 5-2 la Salinis, partendo a razzo, gestendo il match e completando l’opera dopo qualche brivido.
Un’altra vittoria, la tredicesima della stagione, e un’ulteriore accelerazione in vetta alla classifica, con l’Augusta che resta in scia e il Bisceglie che si stacca, probabilmente definitivamente.
L’orgoglio e la maturità giallorossa hanno preso il sopravvento anche in questo turno, stoppando da grande squadra la rimonta stagionale della Salinis, squadra più in salute del torneo. Adesso un altro sforzo prima del riposo forzato ma davvero necessario.
Ancora così, perché un altro piccolo mattone è stato inserito.

La partita – De Simone, Nicolodi e Dener recuperati in extremis, i primi vengono gettati nella mischia sin dall’inizio, insieme a Bruno, Punzi e Pina. La Salinis risponde con La Rocca, poi sostituito da Gorgolione, Nardacchione, Perri, Rondon e Dentini.
In avvio, De Simone sbarra subito la strada alle iniziative rosanero, poi Pina lambisce la traversa e sulla respinta Punzi fa 1-0.
La Block Stem rincara la dose, Perri in scivolata sbaglia porta e fa 2-0, poi Nicolodi sigilla un primo tempo fantastico, siglando il 3-0 al 17’.
Nel secondo tempo la Salinis cambia registro e in 1’ cambia il volto del match, ma trova un’attenta e in grande spolvero difesa giallorossa.
Galan all’8 trova il goal dell’ex, poi Termine in scivola spaventa e non poco il PalaWojtyla, ma è ancora Nicolodi a salire in cattedra: Bruno difende magistralmente le offensive ospiti col portiere di movimento, Nicolodi raccoglie palla e dalla propria metà campo fa 4-2.
Nel finale Simon con un’azione solitaria chiude definitivamente le ostilità, 5-2.

Postpartita – Al termine della gara, parola ad uno dei protagonisti, Mattia De Simone: “Gara difficile, Salinis molto in forma. Stiamo preparando ogni partita con la giusta attenzione e i risultati sono ben visibili. Spartiacque stagionale? Continuiamo su questa falsariga, più passa il tempo e più ci avviciniamo all’impresa. Oggi abbiamo messo un altro mattoncino. Ora Eboli? Gara davvero fondamentale. Campo difficilissimo, dovremo lottare anche lì, possiamo farcela. Recuperato in extremis? Mi sono lussato un dito, pensavo di dover restare fuori un bel po’, ma lo staff medico è stato ineccepibile, così come il mister nel darmi la carica giusta”.
Felicissimo anche il mister Parrilla: “E’ un ulteriore passo in avanti, ma continuiamo ad avere idee chiare e pensare di gara in gara. Sappiamo dove vorremmo arrivare. Grande inizio? Conoscevamo i rivali, siamo entrati in campo con la mentalità giusta e abbiamo disputato una gara convincente ed intelligente. Ad Eboli non sarà decisiva. Spero Dener possa tornare quanto prima in campo, è importante per noi, lo staff medico è già a lavoro. Poi la sosta? Non ci fermeremo, ma continueremo a lavorare sodo. Ora testa a mercoledì”.

Situazione Dener – Staff medico già a lavoro per monitorare la situazione di Dener, un giocatore in netta crescita da inizio campionato, uscito anzitempo per un problema all’inguine. Daremo notizie quanto prima sulla situazione del classe ’96, un giocatore che anche oggi ha dimostrato di essere fondamentale nel gioco giallorosso e che la società spera di poter recuperare nel più breve tempo possibile.