Live Match

La Block Stem Cisternino è bella ma non balla: con il Futsal Bisceglie è 4-4

Block Stem Cisternino bella, ma non ha ballato fino in fondo. 4-4 contro il Futsal Bisceglie, con il pareggio degli ospiti arrivato a 21’’ dalla fine, con il quinto uomo, ammutolendo un PalaWojtyla che pregustava una vittoria sofferta quanto importante, in un derby mozzafiato e divertente.
Il pareggio forse serve poco dal punto di vista della classifica, ma è un’iniezione di fiducia niente male, soprattutto per il bel gioco espresso, nonostante le molteplici assenze e per aver ritrovato due baluardi come De Matos e Nicolodi, entrambi non al meglio, ma sia uno che l’altro in goal.
Adesso il vantaggio sull’Augusta è di 5 lunghezze e sabato ci sarà uno scontro diretto assolutamente vietato ai deboli di cuore: una sconfitta non precluderebbe nulla, una vittoria e probabilmente anche un pareggio avvicinerebbero i giallorossi ancor di più alla promozione, ancora assolutamente possibile, nonostante il mezzo passo falso odierno.

La partita – De Simone, Almir, Punzi, Baron e Bruno per Parrilla, Lopopolo, Pedone, De Cillis, Sanchez e Ortiz per Ventura.
E’ il Bisceglie a passare due volte in vantaggio con due goal fotocopia, Sanchez Tienda al 7’ e al 17’ porta in vantaggio i suoi, il primo goal viene pareggiato dal capitano giallorosso, Punzi, che dribbla in volo Lopopolo, concludendo al meglio un assist meraviglioso di Almir.
Nel secondo tempo sale in cattedra Nicolodi, prima pareggia e poi ribalta la gara, Mazzariol compie un’ingenuità e si fa mandare fuori e in superiorità numerica De Matos trova il goal del 4-2.
Nel finale si spegne la luce, Sanchez accorcia e nel finale Cristobal trova il tap in del 4-4.
A 1’ dalla fine, Nicolodi prende palla con le mani fuori dall’area è rosso diretta e ultima occasione per il Bisceglie, ma Lupinella riesce a sventare la minaccia finale.

Postpartita – Al termine della gara, parola al presidente della Block Stem Cisternino, Antonio Lacirignola: “Con Il Bisceglie a 3’ dalla fine abbiamo sempre due goal di vantaggio, ma non riusciamo mai a portare a casa l’intera posta in palio. Ad Augusta servirà una grande partita. Il nostro destino lo decidiamo noi, non temiamo nessuno, possiamo fare ancora l’impresa. Testa bassa e lavorare, si, noi possiamo. Prestazione ok? Si, assolutamente, il mister sa meglio di me, ma mi ritengo soddisfatto”.
Bruno: “I derby sono sempre complessi, dobbiamo lavorare con la testa e pensare all’Augusta per tutta la settimana, il pareggio non ci deve assolutamente buttare giù. Quattro gare complesse ma mai impossibili, ad Augusta andremo con la voglia di prendere i tre punti. Possibilità di promozione? Non parliamo di possibilità, dipende ancora da noi. E’ obbligatorio restare tranquilli”.

160’ al termine –
Quattro gare per niente facili al termine del torneo, prima Augusta, poi il derby con il Sammichele, infine Meta e Barletta, tutte compagini in cerca di punti o promozione, o playoff o salvezza. Sarà dura, ma il Cisternino oggi ha dimostrato il carattere da grandissima squadra.