La battaglia del Polivalente finisce 2-2: ora la Meta deve vincere a Eboli

La battaglia del Polivalente finisce 2-2: ora la Meta deve vincere a Eboli

Intensità, cuore e coraggio. La Meta C5 sfiora l’impresa chiamata vittoria in casa al Polivalente. Tutto rinviato al 29 aprile in quel di Eboli dove la formazione di Samperi proverà ad espugnare il fortino della formazione di Ronconi.

Bellissima gara soprattutto in un primo tempo intenso, ricco di occasioni e con un super Gilli tra i pali a fermare le innumerevoli occasioni dei padroni di casa. Gara elettrica e ricca di cambiamenti dal punto di vista tattico. Feldi Eboli partiva aspettando la Meta C5, cambiando la sua vera anima aggressiva e propositiva. Questo pagava con la ripartenza perfetta di Borsato per Arillo e rete del vantaggio del Feldi dopo appena un minuto.

La Meta C5 però era in palla, raccoglieva il guanto di sfida e cominciava a tessere la tela giusta provando ad impensierire il portiere Gilli. Carmelo Musumeci per bene tre volte trovava lo spazio giusto nel giro di cinque minuti ma l’estremo di Eboli volava chiudendo le traettorie. Al minuto sette la svolta, con l’intuizione perfetta. Il “profeta” Giovanni Messina batteva una rimessa laterale in velocità e trovava sul secondo palo in spaccata il pronto Schacher che pareggiava i contini. I ritmi si alzavano, Eboli ripartiva sempre bene cercando di fare male ad un attento Tornatore. La formazione puntese però gestiva la sfera, provava a trovare lo spazio giusto ma Scheleski sulla conclusione secca di destro vedeva Gilli pronto all’ennesimo intervento. Ad uno dalla fine l’altra grande intuizione, ancora su palla inattiva dove stavolta era ancora Messina con un diagonale perfetto a regalare alla Meta in chiusura di primo tempo il vantaggio.

Nella ripresa atteggiamento maggiormente aggressivo di Feldi Eboli con pressing alto e conquista della sfera. Tornatore si esaltava prima su Arillo e poi su Borsato, mentre la Meta soffriva ma provava a venire su grazie alla corsa di Musumeci e Vega. Gara tirata, una ripresa non bella ed intensa come il primo tempo, ma tenuta appesa ad un filo. Un filo sottile spezzato dalla palla persa a centrocampo dalla Meta e il contropiede perfetto stavolta di Scigliano che batteva Tornatore a cinque minuti dalla fine per il 2-2. La Meta non ci stava e trovava risorse insperate nel finale, ma ancora Gilli su un’azione perfetta del caitano Musumeci esaltava i riflessi chiudendo ogni speranza vittoria alla formazione di Samperi. Finiva 2-2 con Eboli che gioisce giustamente per un pareggio importante ma una Meta C5 pronta a reagire e giocarsi ancora le sue possibilità ad Eboli, proprio in quel campo già espugnato in campionato dai ragazzi di Samperi appena un mese fa.

Di seguito il tabellino della gara

META-FELDI EBOLI 2-2 (2-1 p.t.)
META: Tornatore, Schacker, Scheleski, Vega, C. Musumeci,
Messina, Ficili, Toledo, G. Musumeci, Kapa, La Rosa, Coco. All. Samperi

EBOLI: Gilli, Borsato, Bertoni, Scigliano, Arillo, Duzao, Imparato, Frosolone, Pedro Toro, Duarte, Caponigro, Sinno. All. Ronconi

MARCATORI: 2′ p.t. Arillo (E), 7′ Schacker (M), 18’30” Messina (M), 15’30” s.t. Scigliano (E)

AMMONITI: Gilli (E)

ARBITRI: Gianfranco Marangi (Brindisi), Luca Michele De Candia (Molfetta) CRONO: Carmelo Loddo (Reggio Calabria)

Attilio Scuderi
Ufficio stampa Meta