Kick Off battuto in casa dall’Olimpus: ma il discorso qualificazione resta aperto

Kick Off battuto in casa dall’Olimpus: ma il discorso qualificazione resta aperto

Qualificazione ancora apertissima per la Kick Off , che pur priva di De Oliveira (operata in settimana al ginocchio) offre una prestazione maiuscola contro l’Olimpus Olgiata. E’ solo nel finale, infatti, che le campionesse di Coppa Italia la spuntano per 3-2 con Rocha, ma le bianconere sono in credito con la fortuna visto il legno colto da Perruzza a 2’ dalla fine. Pareggio che tutto sommato sarebbe stato meritato, ma le speranze di passaggio del turno sono ancora concrete: ogni verdetto è rimandato a domenica prossima nella Capitale per il ritorno dei quarti di finale Scudetto. Prima della gara, tutte le ragazze hanno indossato la maglia numero 10 in onore di Priscila.

LA CRONACA – Vieira prova un sinistro troppo strozzato che finisce tra le braccia di Giustiniani, stesso piede per Lucilèia che non inquadra la porta per pochi centimetri. Più tardi è invece Dibiase a negarle la gioia del gol, mentre sugli sviluppi dell’azione ripiega la difesa bianconera e spazza via sfera e pericolo. Al 3′, però, la numero 10 blues sfrutta un’invenzione di Taty e colpisce dal limite dell’area per il vantaggio ospite: 0-1. Passa un minuto e l’Olimpus raddoppia dopo un bel fraseggio che libera Cortes al tiro: puntata all’angolino sulla quale nulla può Dibiase. La Kick Off prova ad alzare il baricentro: non si chiude per un soffio la combinazione sotto porta tra Iturriaga e Vieira, poi proprio dai piedi della portoghese parte un assist toccata con la mano in area da Taty. Per gli arbitri tutto regolare. Itu e Cely testano i riflessi dei rispettivi portieri, ma è Vieira – al 17° – a piazzare la zampata che accorcia le distanze, in seguito al sinistro dalla distanza di Pesenti: 1-2. Prima dell’intervallo il tecnico Russo viene allontanato dalla panchina.

RIPRESA – Come nel primo tempo, anche nella ripresa sono molti gli spunti di cronaca ma la partita cambia volto al 10′, quando Iturriaga propizia e successivamente trasforma il rigore del 2-2: Giustiniani para ma non trattiene e la ribattuta è vincente. Tra il 12° e il 16° ancora due guizzi di Vieira e Lucilèia, prima del tocco di tacco provato da Cortes su assist dalla destra e il palo esterno colto da Gayardo. Ma è al 17° che il risultato cambia nuovamente con il bolide di Rocha che si infila all’incrocio dei pali. Nei 3′ che precedono la sirena la Kick Off cerca con tutte le forze il pareggio, ma le speranze si infrangono sul legno centrato da Perruzza.