Juniores maschile, Napoli in trionfo: Lazio battuta 2-1, è scudetto

Juniores maschile, Napoli in trionfo: Lazio battuta 2-1, è scudetto

Un anno dopo la delusione di Montecatini, il Napoli si laurea campione d’Italia per la terza volta nella sua storia, riportando il tricolore in Campania cinque anni dopo l’ultimo successo. Al palasport di Monteprandone è decisiva la sfortunata autorete nel secondo tempo di Afilani su tiro di Avolio, che fissa il risultato sul 2-1 (in precedenza vantaggio Lazio con Biscossi, poi pari di Molaro). Inutile nel finale il disperato tentativo biancoceleste con il portiere di movimento.

LOLLO CAFFE’ NAPOLI-LAZIO 2-1 (1-1 p.t.)

La partita si sblocca al 6’45” con una triangolazione perfetta Spinola-Biscossi, con quest’ultimo che smarca il portiere e porta in vantaggio la Lazio. Che però dura poco più di due minuti, perché al 9’06” Molaro (out per buona parte di gara, complice un infortunio) colpisce su punizione approfittando del mal posizionamento della barriera avversaria. Si va al riposo con il risultato di 1-1. Nella ripresa occasioni da una parte e dall’altra, ma l’equilibrio si spezza a metà secondo tempo: Avolio mette il pallone al centro dell’area di rigore, Afilani si trova in mezzo e mette involontariamente il pallone nella propria porta. A 6’34” dalla sirena, la Lazio tenta il tutto per tutto inserendo il portiere di movimento, prima De Lillo, poi Calzetta e ancora De Lillo. La squadra biancoceleste sfiora a più riprese il pareggio, soprattutto con Gastaldo, ma Bellobuono compie un miracolo togliendo il pallone sulla linea di porta. La partita si chiude tra le proteste della Lazio, che vorrebbe un rigore non concesso dagli arbitri. Suona la sirena, il Napoli è campione d’Italia.

LOLLO CAFFE’ NAPOLI: Bellobuono, Tiago, Orvieto, Cretella, Molaro, Avolio, Leonese, Sammarco, G. Moccia, Giannattasio, Lauritano, Mennella. All. De Andrade

LAZIO: Ciarrocchi, Di Gregorio, Gastaldo, Lupi, Spinola, De Lillo, Afilani, Luce, Ottaviani, Tomassi, Biscossi, Calzetta, Piermarini. All. Reali

MARCATORI: 6’45” p.t. Biscossi (L), 9’06” Molaro (N), 10’13” s.t. aut. Afilani (L)

AMMONITI: Orvieto (N), Giannattasio (N), Spinola (L), Afilani (L), Ciarrocchi (L), De Lillo (L)

ARBITRI: Marco Di Filippo (Teramo), Massimo Tiberio (Teramo) CRONO: Paolo Di Luigi (Teramo)

FINAL EIGHT JUNIORES MASCHILE (tutte le gare a Monteprandone)
QUARTI DI FINALE – VENERDI’ 9 GIUGNO

AOSTA-SPORT FIVE PUTIGNANO 8-0
NAPOLI-KAOS FUTSAL 6-5 d.t.r.
SAN PAOLO-PALERMO 8-2
B&A SPORT ORTE-LAZIO 1-5

SEMIFINALI – SABATO 10 GIUGNO

AOSTA-NAPOLI 2-3
SAN PAOLO-LAZIO 2-7

FINALE – DOMENICA 11 GIUGNO

NAPOLI-LAZIO 2-1


ALBO D’ORO JUNIORES:
 1985/86 Marino Calcetto, 1986/87 Marino Calcetto, 1987/88 Circolo Canottieri Tevere Remo, 1989/90 Villa Aurelia Roma, 1991/92 BNL Roma, 1992/93 Torrino Sporting Club, 1993/94 Play Ball Augusta, 1994/95 Città di Palermo, 1995/96 Bonagel Villabate Palermo, 1996/97 Roma RCB, 1997/98 Roma RCB, 1998/99 Lazio Calcio a 5, 1999/00 ITC Nove Studi Palermo, 2000/01 Forst Sicidolce Palermo, 2001/02 Sasol Augusta, 2002/03 La Dominante Seregno, 2003/04 Napoli Calcio a 5, 2004/05 C.L.Terni, 2005/06 C.L.Terni, 2006/07C.L.Terni, 2007/08 Aosta, 2008/09 Aosta, 2009/10 TSC Lazio, 2010/11 Marigliano Marcianise, 2011/12 Napoli, 2012/13 Acqua&Sapone Fiderma, 2013/14 Fenice, 2014/15 Fenice, 2015/16 Kaos Futsal, 2016/17 NAPOLI