Juan Lucca, il nuovo oro di Vicenza. Ma prima c’è l’Imolese

Juan Lucca, il nuovo oro di Vicenza. Ma prima c’è l’Imolese

VICENZA – Vicenza occhio al pacco. Niente scherzi molesti nell’ultima di andata al Palavillanova, tornato 15 giorni or sono fortino biancorosso dopo la vittoria sul Forlì e da onorare per l’ultima volta in questo 2016 uscente. Per l’ultima apparizione dell’anno e del girone di andata il Vicenza C5 ospita l’Imolese, squadra inguaiata in zona playout con sette punti di ritardo rispetto Zuccon e compagni e titolare del “record” di pareggi nel girone B, praticamente in metà delle partite disputate (6 su 12). Una sola vittoria in casa del Cornedo e una cinquina di sconfitte completano lo score degli imolesi, che non a caso arriveranno in Veneto sulla scia di due “x” consecutivi, e che sono stati capaci di fermare una squadra come il Carrè Chiuppano sul pari. Insomma ci si attende un confronto tanto equilibrato quando combattuto al Palavillanova, dove la lancetta dell’orologio sarà eccezionalmente spostata alle 16 per il calcio d’inizio, così come previsto dalla regola della contemporaneità nel turno conclusivo prima del giro di boa di metà campionato. Biancorossi di Candeo orfani sabato del loro capitano, Kokorovic, uscito per infortunio a metà del primo tempo della sfida poi pareggiata con il Trento una settimana fa (4-4). Problemi ad un ginocchio per lui ma scongiurate ipotesi di lungo stop, nella speranza di rivederlo sul parquet nel girone di ritorno. Per il resto, dopo la ridefinizione dell’organico a disposizione di mister Candeo e dei suoi collaboratori, salvo problemi dell’ultim’ora tutti disponibili i convocabili, con tanti giovani da promuovere e l’ultimo arrivato Lucca di cui sarà valutato l’eventuale impiego dopo il trasferimento a Vicenza in extremis.

Giovanili Vicenza

Under 21 – Prova a sedersi da sola sul trono di ghiaccio e mettersi la corona di regina d’inverno la squadra Under 21 biancorossa, impegnata domenica mattina nell’ultimo turno di campionato prima del rompete le righe natalizio. Chiude il lato A del torno con un derby il quintetto di Trentin, ospitando e affrontando il Cornedo al Palaospedaletto, squadra in ritardo in classifica nel girone C (ottavo a posto) ma che può anche contare su talenti del futsal impiegati regolarmente in serie B. Sfida tra un vivaio storicamente fervente come quello ospite e uno in graduale ascesa da parte biancorossa, come dimostra un girone di andata sorprendente fin qui, con un settebello di successi, un pareggio e un ko nel carnet berico.

Juniores – Inaugura invece già il girone di ritorno la squadra Under 18 del Vicenza C5 guidata da Zeppa senior. Impegno proibitivo sabato pomeriggio in casa del Vigoreal, anche se i baby vicentini hanno dimostrato negli ultimi turni di poter tenere il campo contro le avversarie, nonostante la classifica deficitaria. Si gioca in casa della seconda forza del torneo, vincitrice all’andata per 4-2. 
 

N RINFORZO TRA IL VICENTINO E L’ARGENTINO PER IL VICENZA C5: ECCO JUAN LUCCA

Dopo il giovane spagnolo Hernandez arriva in extremis il secondo acquisto “invernale”, dal Petrarca Padova un gladiatore della difesa

Dopo l’ufficializzazione dei movimenti in uscita e gli svincoli, il benvenuto a Juan Esteban Lucca, 27enne ex bandiera del Carrè Chiuppano
 
VICENZA – Bienvenido Juan! Anche se un saluto in lingua spagnola, in verità, era più adatto per dare il benvenuto a Nauzet Hernandez, già perfettamente integratosi nella rosa biancorossa, perchè Juan Esteban Lucca è un vicentino doc, nato nel settembre del 1989 a Cordoba in Argentina ma fin da bambino cresciuto nell’Alto Vicentino. Rinforza in particola modo la retroguardia la squadra berica, avvalendosi delle doti tecniche e di grande personalità di un centrale difensivo che giunge a Vicenza a titolo definitivo dopo una breve avventura a Padova nella fila del Petrarca (serie C1) ed una ben più lunga al Carrè Chiuppano, dove nell’ultimo quinquennio aveva militato ritrovando il futsal di livello nazionale tra serie B e serie A2. Ora il ritorno per Lucca in un palcoscenico cadetto, categoria che il ragazzone argentino d’origine conosce a menadito e in cui ha giocato e vinto tante battaglie, non disdegnando un discreto bottino di gol nelle sue esperienze passate tra Giuriato Thiene e poi Vicenza e appunto Carrè Chiuppano. Si chiude così il mercato del Vicenza C5, dopo aver snellito un organico troppo vasto in avvio di stagione e consegnato allo staff tecnico un gruppo di ragazzi e uomini pronti a onorare la maglia biancorossa.
 

VICENZA C5, MERCATO CHIUSO ANCHE IN USCITA: UN POKER DI SALUTI BIANCOROSSI

Lasciano il Vicenza C5 gli svincolati Salamone, Dal Cason, Fiorenza e Panarotto, tutti scesi in campo in serie B con la prima squadra

La società ringrazia e saluta gli ora ex biancorossi che si aggiungono a Dan e Knezevic già ceduti nelle prime fasi del mercato invernale

VICENZA – Quattro svincoli sul piatto invernale del Vicenza C5, che ufficializza gli addi di altri quattro uomini scesi in campo in serie B nel corso della stagione, in aggiunta alle cessioni già annunciate di Dejan Knezevic e Andrei Claudiu Dan. Si tratta del laterale brasiliano Mario Salamone (7 reti per lui in biancorosso in tre mesi di biancorosso), del centrale Alberto Dal Cason, del portiere Matteo Fiorenza e del giovane Andrès Alberto Panarotto. A tutti loro la società del capoluogo berico augura le migliori fortune sportive con le rispettive future maglie e club. SI chiude così il mercato in uscita del Vicenza C5, con lo staff dirigenziale impegnato in questi giorni a fornire un nuovo assetto all’organico a disposizione del tecnico Antonio Candeo, orientando gli sforzi a concludere in bellezza il girone di andata e puntare su una seconda parte di stagione più concreta e solida nelle prestazioni e come conseguenza nei risultati.