Italcave Real Statte, terza vittoria per le giovanili: otto gol a Carovigno

Italcave Real Statte, terza vittoria per le giovanili: otto gol a Carovigno

Terzo successo consecutivo la formazione giovanile dell’Italcave Real Statte che batte per 8-1 in trasferta il Carovigno, staccando le brindisine e portandosi in vetta in maniera solitaria. Due le triplette realizzate nel corso del match, da Marangione e Marzella, di Nitti e una autorete le altre due segnature che hanno permesso di raggiungere il primo posto solitario nel torneo giovanile Uisp. Una vittoria importante che ha permesso un’analisi anche più articolata nel post gara al tecnico, Concetta Labonia, su queste prime giornate di campionato. “Risultato positivo a parte, dobbiamo riconoscere anche i meriti di un avversario che ha tenuto testa nella metà iniziale del primo tempo in maniera continua e costante. Poi siamo stati bravi noi a non deprimerci sulle occasioni gol non concretizzate e trovato i giusti varchi per andare all’intervallo in vantaggio. Nella ripresa la gara è un po’ cambiata: il ritmo del gioco si è abbassato ed entrambe le squadre hanno provato nuove soluzioni utili per il proseguo della stagione. Faccio i complimenti alle mie ragazze per la prestazione positiva per larghi tratti della gara. Devo sottolineare, meno rispetto alle altre gare, che dobbiamo soffrir meno del cosiddetto ‘braccino corto’. Alle volte sembra quasi che non riusciamo a concretizzare appieno ciò che produciamo come gioco e sbagliamo gol che sono praticamente fatti. Sicuramente rispetto alla prima gara siamo stati bravi a correggere molte cose, dobbiamo farne delle altre. Buono, finalmente, il lavoro settimanale di avvicinamento alla gara, visti i problemi che ci avevano afflitto nel corso delle settimane precedente. Siamo sempre non al completo per alcune assenze che, speriamo, di poter recuperare al più presto. Adesso concentriamoci sulla prossima gara interna e speriamo di vedere ulteriori passi avanti”.

 

Francesco Friuli (Responsabile Comunicazione Italcave Real Statte)
A. Caramia – A. M. Crescenzi