In archivio la giornata di campionato: il resoconto delle gare giocate

11-12-2016
In archivio la giornata di campionato: il resoconto delle gare giocate

Giornate di sorprese nel campionato nazionale Under 21. Tutto facile per l’Asti nel derby del Girone A contro il Città di Asti: gli Orange liquidano i cugini con un netto 9-0 e rimangono al passo dell’Aosta, che vince contro l’Avis Isola. In Veneto, lo scontro diretto se lo aggiudica il Vicenza, capace di espugnare 3-2 il campo del Real Arzignano. Nell’altro raggruppamento, la Luparense supera l’esame Città di Mestre, ma la Fenice Veneziamestre è sempre a +5, complice il 4-1 alla Maccan Prata. In Emilia Romagna, i campioni in carica del Kaos Futsal non sbagliano un colpo e lo stesso vale per l’Italservice Pesarofano nelle Marche.

Clamoroso invece ciò che succede in Toscana. La Poggibonsese batte la capolista Città di Massa e l’aggancia in classifica, assieme a Prato e Cus Pisa. Al primo posto virtuale c’è l’Unione Livorno, che ha due punti di ritardo dal primo posto ma ha già riposato. In Abruzzo non cambia niente nelle prime tre posizioni: Pescara in vetta, Montesilvano e Real Dem a inseguire, con quest’ultima che è reduce dal successo contro l’Acqua&Sapone Unigross. Nel Lazio, B&A Sport Orte sempre più primo dopo la vittoria nello scontro diretto contro l’Olimpus Roma, nell’altro girone Ferentino e Cioli Cogianco si confermano sul podio. In Sardegna, il Cagliari 2000 si conferma al comando dopo il 2-1 di misura con l’Ossi San Bartolomeo, idem la Feldi Eboli in Campania, grazie al 4-2 sul campo della Lpg Futsal Casoria.

Missione compiuta per il Giovinazzo, che sfrutta il turno di riposo del Futsal Barletta e lo aggancia in vetta dopo il 6-1 al Salinis. Non sembra avere rivali invece il Block Stem Cisternino, sempre più al comando del Girone S complice il 7-0 all’Olympique Ostuni. Nel raggruppamento T, lo Shaolin Soccer mantiene a debita distanza Avis Borussia Policoro e Real Team Matera. In Calabria, Cataforio inarrestabile: centra la settima vittoria su altrettante gare giocate e rimane a +8 dalla Polisportiva Futura. In Sicilia, la Meta non coglie l’occasione: viene sconfitta in casa dell’Augusta e non sorpassa il Lubrisol Regalbuto, che riposava.