Live Match

Il Vitulano Drugstore Manfredonia sciupa i tre punti, con la Meta Catania Bricocity finisce 5-5

Il Vitulano Drugstore Manfredonia sciupa i tre punti, con la Meta Catania Bricocity finisce 5-5

Si profilava come una grande vittoria, finisce con una bella delusione, per ciò che poteva essere e invece non è stato. Il recupero della settima giornata di ritorno del campionato di serie A di calcio a 5 termina 5-5 tra Vitulano Drugstore C5 Manfredonia e Meta Catania Bricocity. Un incontro avvincente fino all’ultimo istante e con il rimpianto dei padroni di casa, che a 5’ dalla fine erano avanti di tre reti.

In line up i sipontini partono con Moretti, Caputo, Sacon, Boaventura e Foglia. Gli etnei rispondono con Dovara, Rossetti, Campoy, Musumeci e Taliercio. Il match è scoppiettante già in avvio. Passano solo 40 secondi quando Foglia, spalle alla porta, s’inventa un tacco, su cui Dovara deve intervenire deviando in angolo. La risposta degli uomini di Ramiro Lopez è micidiale. Al 1’01” Taliercio lanciato sulla corsia di sinistra, apre per Musumeci, dalla parte opposta, conclusione dell’azzurro, da posizione defilata che sorprende Moretti. Sacon reagisce immediatamente con un tentativo in diagonale, fuori di poco. Coast to coast di Foglia, anticipato in extremis prima della battuta a rete. Matamoros alleggerisce la pressione dei locali con una puntata, che termina a lato. Le contendenti si fronteggiano sul piano dell’equilibrio. Al 9’ Campoy ha l’occasione per raddoppiare. Il numero 8 siciliano supera anche Moretti ma trova la respinta sulla traversa di Raguso, provvidenziale nella circostanza. Il Vitulano Drugstore C5 Manfredonia si scuote e trova il pari. Al 9’23” Boaventura recupera palla, serve Baranauskas, botta di prima intenzione, Dovara respinge ma nulla può sulla conclusione di Caputo, lesto ad anticipare tutti. Alonso, in un’azione fotocopia del gol, trova il secondo legno ospite al 11’ ma da questo momento in poi l’inerzia della gara è di marca pugliese. L’estremo ospite è bravo a distendersi sul mancino di Boaventura. Lo stesso laterale biancoceleste al 13’40” si traveste da assist man e regala a Foglia una palla troppo ghiotta che l’imperatore non può sbagliare. Al 17’ i dauni calano il tris con Raguso, il cui secco diagonale si insacca in buca d’angolo.

Sacon ha la clamorosa occasione di aumentare il divario ma sciupa toccando debolmente un invitante assit di Caruso. La Meta ringrazia e torna in partita sul finire di frazione. Al 19’19” Campoy, in due tempi, sfrutta un batti e ribatti e scaraventa, alle spalle di Moretti, la palla del 3-2, che fissa il parziale all’intervallo. La prima parte della ripresa vive sull’iniziativa dei rossoazzurri che premono alla ricerca del pari. Rossetti spreca sottomisura e al 2’40” Caputo rimedia il secondo giallo e la conseguente espulsione. Gli uomini di Monsignori tengon botta e riescono, come a Policoro, a tenere inviolata la porta, difendendo benissimo l’inferiorità numerica. Il Vitulano Drugstore C5 Manfredonia soffre, contiene e morde su tutti i palloni, provando a far male con le ripartenze di Boaventura e Foglia. Il tecnico sipontino, chiama a sé i suoi, dopo 10’ per riordinare le idee e al ritorno in campo i padroni di casa allungano. 14’02” Boutabouzi su sviluppi di corner trova la fortuita deviazione di Matamoros ed è 4-2. Lo stesso universale spagnolo concretizza, girando di testa, al 14’51”, un perfetto rilancio di Moretti. Il Palascaloria è una bolgia. La Meta Catania, però, è più viva che mai. Campoy al 15’06” scarica il mancino in porta per il 5-3. La gara diventa palpitante con gli ospiti che giocano saldamente con il power play. Moretti sibila il palo con un suo rilancio ma il finale è incredibile. Matamoros si fa perdonare con il tap-in del 5-4 al 19’02”. Sedici secondi dopo è Alonso a siglare il gol del pareggio 5-5 su un tiro centrale e all’ultimo sussulto Rossetti a botta sicura trova Moretti, a negargli addirittura la palla della vittoria. Il Vitulano Drugstore C5 Manfredonia sale, pertanto, a quota 20 punti (con una gara in meno) e aggancia la Todis Lido di Ostia, in zona play out.